Banner Top
Banner Top

Bucciarelli: Gemellaggio Vasto-Perth, strumento per lo sviluppo

“Nell’anno in cui si celebra il suo 25.mo anniversario, al gemellaggio Vasto-Perth va assegnato un ruolo di impulso e di motore per la promozione turistica del nostro territorio e di arricchimento economico e culturale, e va rovesciato il luogo comune che vede il gemellaggio solo come occasione di “turismo istituzionale”: a dirlo è il candidato alle primarie del centrosinistra Angelo Bucciarelli, che aggiunge: “la “Festa del Ritorno” è un appuntamento importante che si rinnova da molti anni per onorare gli emigranti vastesi nel mondo. Ormai appartiene non più alla cronaca di questa Città ma alla sua tradizione e cultura. E la città che nell’immaginario collettivo vastese rappresenta più di tutte l’idea del riscatto di una vita migliore è Perth. Hanno avuto un grande intuito Silvio Petroro, Angelo Cianci ed Ezio Pepe, quarant’anni fa, facendosi promotori di questa prestigiosa iniziativa. E quell’intuito, oggi va onorato, difeso e sviluppato”.

“Per questo è quanto mai necessario rilanciare con vigore i principi del gemellaggio e proiettarli verso una nuova vita – dice ancora Bucciarelli – È una scommessa? Penso proprio di sì. È una scommessa sulla quale occorre investire energie e risorse per creare un sistema che metta insieme il Comune, l’Associazione Pro Emigranti Abruzzesi, le Associazioni degli imprenditori locali, per avvantaggiarsi della vocazione turistica di Vasto, del suo territorio e del legame dei propri cittadini non solo con Perth, ma con tutta l’Australia.

Il presupposto di partenza per avviare questo progetto è che il Comune, attraverso uno Sportello di Comunicazione Vasto-Perth, diventi luogo di comunicazione virtuale multitasking: lavoro- lingua- formazione- impresa- turismo. Cioè, per ogni tipo di attività, dallo studio al lavoro, dal turismo allo scambio commerciale (di prodotti tipici, ad esempio) e allo sportello d’informazione internazionale d’impresa, il Comune faccia da tramite e predisponga prodotti e servizi interscambiabili con la realtà australiana.

Con l’avvio di questo progetto, una delle possibilità più immediate che avremmo è quella di far incontrare domanda e offerta attraverso lo scambio “studio-lavoro”, in modo che i nostri giovani, per un periodo da tre settimane a uno o due mesi, possano associare al lavoro il perfezionamento ed esercizio della lingua. Inoltre, dal continuo interscambio ci potranno essere positive ricadute sul territorio, che genereranno nuovi e più flussi turistici e commerciali, facendo aumentare le attività di tutti i servizi collegati al turismo e all’economia (alberghi, ristoranti, negozi, musei, ecc). Ovviamente è fondamentale che Vasto crei una rete con il suo il territorio, in modo da accogliere visitatori e offrire una proposta di accoglienza su misura per il mercato australiano”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.