Banner Top
Banner Top

In arrivo fondi per la realizzazione dell’emodinamica all’ospedale S. Pio di Vasto?

Potrebbe riprendere vigore il progetto di realizzazione della sala emodinamica all’ospedale S. Pio da Pietrelcina di Vasto, così come quello di messa in sicurezza del punto nascita del nosocomio vastese. Questo perché, come ha spiegato il governatore d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, ai manager delle Asl regionali, i 62 milioni di euro necessari per coprire il fabbisogno finanziario delle Asl per opere di pubblica utilità potrebbe essere assicurato dall’Inail grazie al Piano triennale di investimenti con un iter che sta destando la curiosità anche delle altre regioni.

Il bando pubblicato sulla GUCE- La Gazzetta ufficiale delle Comunità europee il 13 luglio scorso prevede che i progetti preliminari delle opere vengano predisposti entro i termini di scadenza del 15 settembre e D’Alfonso ha invitato i manager delle Asl abruzzesi ad accelerare le procedure.

Secondo i canoni dell’avviso l’Inail interviene sulle strutture, sulla base di tre tipologie di investimenti: realizzazione di nuovi edifici per i quali sia già in corso un appalto di lavori da portare a termine a cura dell’Ente alienante fino ad ottenere il collaudo provvisorio; progetti validati dall’Ente alienante e immediatamente appaltabili (l’Inail gestirà l’appalto di costruzione dopo aver acquisito la titolarità dell’area e dei progetti); progetti validati dall’Ente alienante e immediatamente appaltabili riguardanti edifici esistenti i cui lavori, gestiti da Inail, consistano in una messa a norma degli stessi.

Insomma, alla resa dei conti l’unico vincolo in tutte le operazioni è l’acquisizione della proprietà da parte dell’Inail stessa, mentre le Asl per il corrispettivo, pagheranno un canone del 3 per cento del costo complessivo, pari alla sommatoria del prezzo di acquisto dell’area o dell’immobile, del costo totale dei lavori effettuati, del costo di progettazione e di ogni altra spesa sostenuta per la realizzazione dell’opera.

Le iniziative di elevata utilità sociale devono riguardare progetti relativi alla realizzazione di nuove costruzioni, all’acquisizione di immobili nuovi o all’acquisizione di immobili da ristrutturare, riferiti a strutture sanitarie e assistenziali, strutture sociali e uffici pubblici, residenze universitarie e altre tipologie di immobili, destinati ad utilizzi con finalità sociali.

A ben guardare quanto detto e scritto in tutti questi anni sono poche le opere aventi al momento i requisiti di legge previsti dal bando. Vediamole nel dettaglio: sono per la Asl di Teramo il parcheggio multipiano e multiservizi (bar, ristorante, sportello bancario) ad uso dell’ospedale Mazzini; per l’Aquila i parcheggi e la viabilità a servizio dell’ospedale San Salvatore; per Pescara l’adeguamento e la messa a norma della residenza per anziani e disabili più la Casa famiglia del presidio Carmine in Penne; per la provincia di Chieti, appunto solamente l’emodinamica di Vasto e la messa in sicurezza dei punti nascita di Lanciano e Vasto.

Nato nel 1983 e mai ristrutturato, dunque, il reparto di Cardiologia e Terapia intensiva del S. Pio potrebbe presto essere interessato da interventi radicali con la realizzazione di quell’emodinamica e l’adeguamento dell’intero reparto come annunciato già nel 2013 dall’allora governatore dell’Abruzzo Gianni Chiodi, il quale presentò il progetto e il suo costo che allora fu valutato in circa 4 milioni di euro.

Dovrebbero trovare concretezza anche le promesse più volte fatte dall’assessore regionale alla Programmazione sanitaria Silvio Paolucci (l’ultima a Palazzo di Città il 28 marzo 2015) in merito alla messa in sicurezza e al rafforzamento del punto nascita vastese salvato dalla mannaia della Legge Lorenzin, interventi che riguarderebbero il blocco parto, la strumentazione, l’UTIC e magari la realizzazione della sala operatoria a livello del reparto.

Luigi Spadaccini
(spadaccini.luigi@alice.it)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.