Banner Top
Banner Top

A Cupello alzate imposte e tasse, Per il Cambiamento: “la stangata di Marcovecchio”

L’ultima seduta del Consiglio comunale di Cupello, tenuta il 29 luglio scorso ha sancito aumenti della imposizione fiscale per i cittadini, almeno secondo quanto riporta una nota del movimento di opposizione Per il Cambiamento che ha definito la manovra passata come “la stangata di Marcovecchio”

L’aliquota IRPEF passa dallo 0,7 per cento allo 0,8 per cento, la TASI passa dall’1 al 1,7 per mille e la detrazione di 50 euro sulla prima casa viene eliminata. Tutto questo si tradurrà con circa 200 euro all’anno di maggiori tasse a carico di pensionati e lavoratori dipendenti.

“Alle richieste di chiarimenti e motivazioni si è assistito al solito scarica barile – denuncia il gruppo guidato da Camillo D’Amico – Colpe dovute al taglio dei trasferimenti da parte dello Stato centrale, colpe dovute all’evasione fiscale e colpe dovute ai debiti lasciati dalle precedenti amministrazioni. Non una parola sulla riduzione della spesa, non una parola sulla riorganizzazione della macchina amministrativa e non una parola sui tagli al superfluo. Puniti i pensionati, puniti i lavoratori a reddito fisso e puniti tutti i piccoli proprietari di “case normali”.

La nota polemica continua anche sulla questione IMU agricola, confermata dal governo Renzi, che D’Amico e C. avevano proposto di utilizzarne parte “per la manutenzione della viabilità rurale, nessun impegno concreto. Il comparto agricolo già in grande sofferenza, ora colpito da una tassa ingiusta e addirittura ostacolato dalla cattiva o inesistente manutenzione delle strade interpoderali”.

“E adesso restiamo tutti in attesa del Bilancio di previsione 2015 e del Piano annuale e triennale delle Opere Pubbliche – scrive Per il Cambiamento – vedremo se le proposte de Il Cambiamento verranno accolte o tenute in considerazione e quali nuove sorprese ci riserverà l’amministrazione Marcovecchio”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.