Banner Top
Banner Top

Alla Rassegna di Via Adriatica uno show dedicato a ‘Il mio amico Giorgio Gaber’

Domani sera, 29 luglio, si terrà il quinto concerto della VII Rassegna musicale di via Adriatica organizzata dall’associazione culturale “Il Cineocchio”. A partire dalle ore 22.00, nei pressi dello storico portale di S. Pietro, si esibiranno Gian Piero Alloisio e Gianni Martini in uno show interamente dedicato a “Il mio amico Giorgio Gaber”.
Alloisio con Giorgio Gaber ha collaborato come autore di commedie e canzoni per 14 anni, mentre Martini, chitarrista, ha accompagnato per 18 anni il cantautore milanese nei teatri di tutta Italia.

Così Ivo Menna, che del sodalizio culturale è il presidente, presenta l’evento.
“Fin dalle prime repliche, lo spettacolo di due strettissimi collaboratori di Gaber, che dal 2004 hanno partecipato con successo al Festival Gaber in Toscana, si annuncia come un evento musicale e teatrale imperdibile per chi voglia davvero conoscere la personalità artistica e umana del Signor G.

Ogni qualvolta che ne ha parlato pubblicamente, Giorgio Gaber ha definito Alloisio “il mio amico Gian Piero”. A dodici anni dalla scomparsa dell’inventore del Teatro-Canzone, Alloisio ricambia l’affettuoso omaggio con un tributo specialissimo, accompagnato per l’occasione dal chitarrista storico della band, Gianni Martini. Gian Piero Alloisio ha lavorato 14 anni con Gaber come autore di tutte le produzioni di successo di Ombretta Colli, Gianni Martini 18 anni come musicista. Entrambi hanno avuto modo di approfondirne la conoscenza. Questo spettacolo sincero e diretto, è ricco di aneddoti e di pensieri “gaberiani” sulla politica, sulla religione, sull’amore e sull’arte.

Il risultato è uno spettacolo emozionante e didattico insieme che travolge il pubblico con energia e carisma in cui si riconosce la grande lezione del Maestro scomparso. Le canzoni e i monologhi scelti per raccontare il Signor G “visto da vicino”, appartengono a periodi e stili musicali molto diversi, da Torpedo blu a Il Dilemma, da La strana famiglia a La libertà, da L’illogica allegria a Non insegnate ai bambini, il commovente brano-testamento dell’artista.

Dice Dalia Gaber: “Gian Piero Alloisio interpreta, con Gianni Martini, il repertorio di Gaber con una sensibilità e una competenza uniche e irripetibili”.

Gian Piero Alloisio, autore e interprete di teatro e di canzoni, ha collaborato con Giorgio Gaber fra il 1980 e il 1994 scrivendo prosa, canzoni e sceneggiature. Ha debuttato nel 1975 come autore e frontman del gruppo progressive Assemblea Musicale Teatrale. Comincia l’attività di drammaturgo nel 1981, con Ultimi viaggi di Gulliver, prodotto dal Teatro Carcano di Milano con la regia di Giorgio Gaber. Da allora ha scritto oltre 50 spettacoli per numerose produzioni, come il Teatro Stabile d’Innovazione “Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse”, di cui è socio fondatore, il Teatro Stabile di Genova, il Teatro dell’Opera “Fondazione Carlo Felice”, l’ERT Emilia Romagna Teatro e la Compagnia di Geppy Gleijeses. Direttore artistico dell’A.T.I.D., Alloisio ha ideato e diretto numerosi spettacoli teatrali e musicali di massa con centinaia di cittadini-artisti, professionisti e amatoriali, collaborando con il Carnevale di Viareggio, il Festival Gaber, il Festival Teatrale di Borgio Verezzi, il Festival di Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni e numerosi Enti Pubblici.

Ha scritto canzoni di successo come Venezia, Gulliver e Dovevo fare del cinema per Francesco Guccini, Musica desideria per Eugenio Finardi, La strana famiglia per Gaber-Jannacci, King per la Fondazione De André, Ogni vita è grande per Gianni Morandi. In ultimo ha scritto tre canzoni per l’album Xena Tango di Luis Bacalov, Roberta Alloisio e Walter Rios, fra cui La madre, su musica inedita di Umberto Bindi, di cui ha scoperto e digitalizzato centinaia di brani. Con lo scrittore Maurizio Maggiani ha pubblicato il libro+cd Storia della meraviglia. Per SIAE e Universal Music ha ideato e prodotto “Genova per voi”, il primo talent per autori di canzoni.

Gianni Martini è un musicista tuttora attivo nel panorama nazionale. E ‘ stato chitarrista di Giorgio Gaber dal 1984 fino agli ultimi due album (La mia generazione ha perso e Io non mi sento italiano). Il suo percorso professionale inizia nel 1972 con il gruppo dei Delirium di Ivano Fossati. Ha lavorato prevalentemente nel settore della canzone d’autore, collaborando, tra il 1975 e il 1984 con Claudio Lolli, Gian Piero Alloisio, Francesco Guccini, Assemblea Musicale Teatrale. Ha fondato la scuola “Music Line” ed è direttore di vari cori”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.