Banner Top
Banner Top

Consiglio comunale, la maggioranza scivola sulla nomina del vice-presidente dell’assise

Il Consiglio comunale odierno doveva sancire alcuni passaggi importanti e per certi versi è stato così. Innanzitutto, come da noi anticipato già sabato mattina, Luciano Lapenna è tornato ad occupare lo scranno sindacale dopo 45 giorni e a riprendere il timone di una maggioranza che nel frattempo ha visto districare alcuni nodi venuti al pettine, a cominciare dall’attribuzione della delega a Luigi Marcello.

Proprio questo atto ha determinato la necessità di procedere alla surroga dell’esponente di Giustizia Sociale con il ritorno nell’Aula Vennitti del Dr Nazario Augelli, già presente nell’allora governo cittadino targato Filippo Pietrocola nel 2001 -2006 e che, per ora, ha deciso di aderire al movimento nel quale è stato votato, ovvero Giustizia Sociale.

L’altro atto doveva essere la nomina del vice-presidente del Consiglio in quota maggioranza al posto dello stesso Marcello. Ed è qui che si è aperta la prima querelle di giornata con il sindaco Lapenna che ha ritirato il punto all’Odg, “per dare la possibilità al nuovo entrato consiglieri Augelli di partecipare alla discussione ed alla scelta del futuro nuovo vice presidente del Consiglio Comunale” e il capogruppo di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi, che presentava una mozione d’ordine contro tale provvedimento. Richiesta che il presidente Forte ha ritenuto inammissibile in quanto il punto era stato ritirato.

Abbiamo cercato di fare chiarezza anche su questo episodio, innanzitutto cercando tra le righe del Testo unico degli enti locali e del Regolamento di funzionamento del Consiglio comunale. In entrambi i casi non abbiamo rinvenuto norme ad hoc che determinassero i tempi entro i quali procedere alla nomina; anzi, da quello che abbiamo dedotto il ruolo dovrebbe essere ricoperto pro tempore dal consigliere anziano e non da Luigi Marcello (che non è più un consigliere comunale), come peraltro è accaduto oggi, ma si tratta di una deduzione.

Riguardo la mozione d’ordine, l’art. 53 del Regolamento del Consiglio comunale chiarisce che
1. “La mozione d’ordine è il richiamo verbale alla osservanza della legge o al Regolamento, ovvero il rilievo sul modo e sull’ordine con il quale si procede alla trattazione degli argomenti o alla votazione; la sua trattazione ha precedenza sulle questioni principali e ne fa sospendere la discussione”. A prescindere da ogni considerazione sulla definizione in merito soprattutto al concetto di “trattazione”, qualora un consigliere ipotizzi una inosservanza della legge o del Regolamento medesimo può appellarsi a una mozione d’ordine.
2. “Il Presidente decide se il richiamo sia giustificato e da accogliersi e provvede quindi di conseguenza”, ovvero Giuseppe Forte aveva anche il diritto di decidere che il richiamo fosse ingiustificato;
3. “Qualora la sua decisione non sia accettata dal proponente la mozione, il Consiglio decide per alzata di mano senza discussione”. Quindi, avendo Sigismondi non accettato al decisione bisognava votare contro la mozione per alzata di mano senza discussione.

Questo è quanto abbiamo ricostruito noi, ma la notizia politica è che la maggioranza non è riuscita sciogliere il nodo della nomina, perché questa è la realtà dei fatti, con la sinistra estrema che sembra arroccata sulla scelta di Elio Baccalà e i socialisti e qualche democrat su quella di Corrado Sabatini, che, peraltro, non ha nessuna intenzione di tirarsi indietro. Insomma, una maggioranza che ha rischiato una nuova frizione in aula e che, probabilmente per questo motivo, ha optato per il ritiro del punto all’Odg.
Nel corso della seduta è stata approvata anche un’importante variazione di Bilancio che aveva già ottenuto il placet della Corte dei Conti.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.