Banner Top
Banner Top

Fondazione Mileno, a Pescara un summit all’insegna dell’esasperazione dei lavoratori

È stato un incontro drammatico quello vissuto a Pescara mercoledì scorso quando l’assessorato alla Sanità ha ospitato un confronto tra Francesco Menna, segretario particolare del titolare della delega alla Programmazione sanitaria Silvio Paolucci, Pasquale Flacco, direttore generale facente funzioni della Asl Lanciano Vasto Chieti, le organizzazioni sindacali e i lavoratori della Fondazione padre Alberto Mileno di Vasto. Un summit cominciato con una forma di protesta quando una trentina di lavoratori ha occupato simbolicamente la sala riunioni.

Come ben noto, dirigenza e lavoratori della Fondazione non hanno ancora percepito gli ultimi tre stipendi che stanno per diventare quattro.

Nella sala riecheggia ancora il gesto di Venanzio Tilli che si è incatenato nei giorni scorsi ai cancelli della struttura della Marina per dare eco alla situazione dei lavoratori e alle loro rivendicazioni. Nel corso del vertice non sono mancate urla e segnali di disperazione perché quattro mesi senza stipendio per chi ha una famiglia da mantenere e magari un mutuo da pagare.

Più volte anche nel corso di quest’ultimo confronto è stato ribadito quanto l’assessore Paolucci aveva già detto nei mesi scorsi, ovvero che la struttura è una eccellenza, che è fondamentale per il vastese, che, però, deve subire una riconversione funzionale. Intanto le sue attività vanno avanti soltanto grazie alla dedizione e allo spirito di sacrificio di tutto il personale.

Per lunghi tratti il direttore Flacco è rimasto in silenzio ad scoltare, anche dinanzi alle accuse “del solito scaricabarile. La Regione da’ la colpa alla Asl e la Asl alla Fondazione. Ci hanno promesso un nuovo incontro per il 29 luglio e ci hanno detto che forse, per agosto, troveranno risorse per darci uno o due stipendi, ma serve una soluzione definitiva. Siamo in condizioni disperate, abbiamo le bollette da pagare me la politica e’ sorda”.
Poi, Flacco si è impegnato, insieme al consigliere comunale Francesco Menna, ad erogare al più presto prima del 10 agosto 1milione e 700mila euro.

Le OOSS CGIL-CISL e UIL, hanno chiesto al Dott. Flacco e al consigliere Menna di fare un ulteriore sforzo e cercare di reperire altre risorse necessarie e utili per pagare al più presto gli stipendi arretrati ai lavoratori della Fondazione Mileno.

Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane in merito a questa delicatissima situazione.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.