Banner Top
Banner Top

Strisce blu a Vasto Marina, abbonarsi è impossibile  

 

C’è chi interrompe il bagno o la tintarella per rinnovare il ticket ogni ora e chi, invece, si affida alla buona sorte con la speranza di non incappare nelle multe dei solerti ausiliari del traffico. Sono diventati l’incubo dei bagnanti i parcheggi a pagamento entrati in vigore alla Marina il 1 luglio scorso, alle stesse tariffe degli anni passati: 50 centesimi per la prima e le seconda ora, un euro per la terza e la quarta ora, due euro per la quinta ora, senza possibilità di abbonamenti settimanali o stagionali come succede in tutte le località turistiche. Le tariffe resteranno in vigore fino al 31 agosto. Sono sempre le stesse da dieci anni a questa parte: la convenzione con l’Aipa, la società di Milano che dal 2005 ha in gestione le strisce blu, risale alla precedente giunta di centrodestra dell’ex sindaco Filippo Pietrocola ed è stata prorogata diverse volte dall’attuale amministrazione comunale senza alcuna modifica.

Lasciare la macchina tutto il giorno nello spazio delimitato dalle strisce blu, sotto il sole e per giunta incustodita, costa più di 10 euro. Un vero e proprio “salasso” a cui qualcuno tenta di sottrarsi rinnovando ogni ora il ticket per interrompere il meccanismo del raddoppio della tariffa. Il rischio in caso di dimenticanza è quello di incappare nelle multe degli ausiliari del traffico. La sanzione, in questi casi, è di 41 euro, ridotta del 30% (28,70 euro) se si paga entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notifica.

“E’ assurdo che a Vasto non ci sia la possibilità di effettuare abbonamenti settimanali o stagionali, come avviene in altre località costiere vicine”, protestano alcuni bagnanti, “a San salvo Marina il costo per parcheggiare sulle strisce blu è di 3 euro per l’intera giornata e sale a quattordici euro per l’abbonamento settimanale”.

L’alternativa è parcheggiare lungo l’ex tracciato ferroviario. I posti auto disponibili sono 700, ma l’area è incustodita e soggetta alle incursioni dei ladri che possono agire indisturbati. L’Amministrazione Comunale, dal canto suo, ricorda di aver ridotto gli stalli a pagamento (passati da 800 a 591) e di aver aumentato i posti auto gratuiti che sono 1.385, di cui 150 al Lungomare Duca Degli Abruzzi, 60 al Lungomare Cordella, 700 nell’area della ex stazione ferroviaria, 210 a Piazza Fiume, 50 in viale Dalmazia, 15 in corso Zara e 170 nel parcheggio coperto di Via Martiri Istriani. Quest’ultimo è inutilizzato da anni.

Anna Bontempo

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.