Banner Top
Banner Top

Dopo le promozioni arrivano anche i soldi

 

 

Sei fasce per le posizioni organizzative e cinque per le alte professionalità che si traducono in buste paga più pesanti. Dopo le “promozioni” arrivano le retribuzioni connesse agli incarichi assegnati in Comune a quei dipendenti che sono risultati primi in graduatoria dopo l’indizione di un avviso interno e a quelli che sono stati incaricati a suo tempo senza ricorrere ad alcuna selezione. La giunta, infatti, ha provveduto a suddividere l’indennità di posizione in sei fasce per il personale che ha ottenuto la posizione organizzativa e cinque fasce per le alte professionalità. Sono in tutto sedici i dipendenti che beneficeranno delle gratifiche economiche. I compensi (che vanno ad aggiungersi allo stipendio) vanno da un minimo di 5164 euro lordi l’anno ad un massimo di 9mila euro, in base a un punteggio risultante dall’applicazione dei criteri stabiliti a suo tempo: complessità organizzativa, specializzazione tecnica, autonomia e responsabilità, attività di studio.

Le posizioni che hanno ottenuto la retribuzione più alta sono inserite nel servizio Ragioneria e programmazione economica, Patrimonio e demanio e nella Polizia Municipale. Per quanto riguarda invece le “alte professionalità” la parte del leone la fanno i legali dell’ufficio avvocatura (8mila euro l’anno in più sullo stipendio).

Insomma, archiviate le polemiche sulle “promozioni”, arrivano i compensi. Non resta a bocca asciutta il restante personale che attende la ripartizione del fondo destinato alla produttività 2014: una torta da 80mila euro da suddividere in base alle attività svolte e agli obiettivi raggiunti. A beneficarne saranno 163 addetti in servizio nei cinque settori comunali e nel corpo della polizia municipale. Si tratta di dipendenti di ruolo e di quelli assunti a tempo determinato per almeno dodici mesi. Esclusi i dirigenti, le posizioni organizzative, le alte professionalità e il personale dello staff del Sindaco Luciano Lapenna. I “premi” legati alla produttività non saranno disponibili subito in busta paga, ma bisognerà attendere la compilazione delle schede di valutazione.

“Il punteggio viene stabilito dal dirigente del settore – spiega l’ex city manager Giacinto Palazzuoloin base a un meccanismo molto complicato fatto di parametri e di coefficienti.”

Anna Bontempo

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.