Banner Top
Banner Top

La Vastese riparte con il presidente Bolami

 

Tutto come previsto. Francesco Paolo Bolami è il nuovo presidente della Vastese Calcio. Il 45enne imprenditore, titolare della Bolami Catering subentra al gruppo uscente, facente capo a Giorgio Di Domenico. Il passaggio di consegne, da tempo nell’aria, come abbiamo riferito qualche ora fa, è stato ufficializzato intorno alle 19 di ieri ed è giunto al termine di una trattativa durata diverse settimane.

“E conclusa nel migliore dei modi – conferma lo stesso presidente – in virtù dell’estrema disponibilità della vecchia dirigenza, che desidero ringraziare per aver ceduto a titolo completamente gratuito le proprie quote.”

Inizia insomma l’era Bolami, che si preannuncia ricca di novità importanti. Partita in ritardo, la neonata società biancorossa (destinata in futuro ad assumere la denominazione di Nuoa Pro Vasto 2015) ha un lungo elenco di cose da fare, con priorità assoluta per quel che riguarda il settore giovanile.

“Esiste già un accordo di massima – conferma lo steso Bolami – con il Vasto marina dell’amico Pino Travaglini, per un rapporto di collaborazione a livello di settori giovanili. Rapporto che a breve dovrebbe essere esteso ad altre realtà cittadine, quali la Bacigalupo e la Virtus Vasto. Con l’obiettivo di unire le forze. I migliori giovani confluiranno in prima squadra, senza però dimenticare gli altri, che avranno la possibilità di mettersi in mostra nelle categorie inferiori, in cui militeranno le altre società locali”.

Altrettanto ambiziosi, appaiono poi le idee riguardanti la squadra maggiore:

“Intendiamo fare un passo alla volta. A breve annunceremo il nome del nuovo allenatore e, di pari passo, quello degli atleti che comporranno l’organico. Con il Sindaco invece affronteremo la questione dell’Aragona, che puntiamo a riempire, soprattutto con le famiglie. Per questo, sia gli abbonamenti che i biglietti d’ingresso allo stadio avranno prezzi popolari, Ai tifosi dico di sostenerci con il loro entusiasmo, ma niente isterismi. Alle prime scaramucce sugli spalti o alleprime multe per intermperanze del pubblico, io e il mio gruppo (al momento aperto ad eventuali nuovi ingressi ci faremo da parte”.

Stefano De Cristofaro (il centro)

 

 

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.