Banner Top
Banner Top

Isola pedonale, a Vasto commercianti infuriati  

 

 

«Offesi e indignati», si definiscono così i commercianti del consorzio “Vivere Vasto Marina”. «L’amministrazione ha istituito l’isola pedonale senza tenere in considerazione nessuna nostra indicazione», dice il presidente, Massimo Di Lorenzo. Il consorzio è sul piede di guerra e con loro la stragrande maggioranza degli operatori commerciali e turistici dell riviera. L’istituzione, dal 1° luglio, della zona a traffico limitato su buona parte di viale Dalmazia (dall’intersezione con via Martiri Istriani all’altezza dell’Istituto San Francesco d’Assisi e fino a via Itaca, nella zona del bar-pizzeria Calipso) e dell’area pedonale urbana da via Itaca fino alla discesa per il lungomare Ernesto Cordella con limitazioni anche a scendere da piazza Fiume fino a via Zara (dove prevista la deviazione verso il maxi parcheggio dell’area di risulta dell’ex stazione ferroviaria) a loro dire li sta danneggiando.

«Avevamo presentato una proposta al Comune: disporre le limitazioni al traffico al centro di Vasto Marina nei soli fine settimana di luglio (e in coincidenza con alcuni appuntamenti di spettacolo serali) e per tutti i giorni del mese di agosto. Invece mercoledì sera è arrivata la sorpresa: intorno alle 21, sono ricomparse le transenne su viale Dalmazia. Il lungomare si è trasformato in un’isola deserta», commenta Di Lorenzo.

«Abbiamo avuto incontri con il vice sindaco Vincenzo Sputore, con gli assessori Lina Marchesani e Marco Marra» dice, «risultato, le nostre richieste sono rimaste inascoltate, lettera morta.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.