Banner Top
Banner Top

Il Comune ci riprova dopo la prima gara a vuoto. Esclusa la proposta Assovasto

 

 

La precedente gara è andata deserta? Il Comune ne indice un’altra e con una procedura “aperta” invita le imprese e i consorzi a presentare l’offerta entro il 13 luglio. Appalto bis per il mercato ortofrutticolo di Santa Chiara per la cui gestione l’Assovasto (l’associazione di piccole e medie imprese) aveva proposto un accordo di programma che coinvolgesse gli operatori economici locali. Proposta che non è stata presa in considerazione dall’amministrazione comunale, visto che ieri sull’albo pretorio on line del Comune è stata pubblicata la nuova procedura di gara. Le condizioni sono le stesse: durata della concessione fissata in dieci anni, canone soggetto a rialzo dell’importo di 10mila euro e un contributo di 20mila euro l’anno da versare al concessionario per le spese di gestione.

Insomma, il Comune ci riprova nella consapevolezza che la struttura, dopo la ristrutturazione e messa in sicurezza, non può restare chiusa e deve tornare a svolgere un ruolo di primo piano per il commercio del centro storico. Resta da vedere se, questa volta, la gara verrà aggiudicata. Il rischio concreto è che il mercato di Santa Chiara, punto di riferimento per gli agricoltori, resti chiuso ancora per alcuni mesi, costringendo gli operatori ortofrutticoli a vendere i loro prodotti per strada. Il primo appalto non è andato a buon fine. L’unica ditta che alla scadenza del termine, fissato il 19 maggio, ha presentato l’offerta, il Consorzio mercato contadino d’Abruzzo di Chieti, è stata esclusa per “irregolarità della documentazione”. Nel frattempo si era fatta avanti l’Assovasto con una proposta finalizzata a coinvolgere gli operatori economici locali. Il presidente del sodalizio, Marcello Dassori, aveva invitato l’amministrazione comunale «a rivedere le procedure per l’aggiudicazione della gestione del mercato, pensando addirittura ad un accordo di programma che coinvolga direttamente le associazioni di operatori economici locali, come l’Assovasto e il Consorzio dei commercianti del centro storico».

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.