Banner Top
Banner Top

Vuoi raggiungere Vasto? Con il treno scendi a Termoli

Per qualsiasi turista o vastese domiciliato fuori regione, è davvero difficile raggiungere Vasto in treno. Nonostante le pressanti richieste fatte a Trenitalia, infatti, la fermata Vasto-San Salvo non è prevista nelle corse dei treni ad alta velocità. Chi vuole arrivare a Vasto dovrà scendere o a Pescara o a Termoli, a distanza di 60 o 30 km dalla sua meta. Eppure, su quest punto erano stati molto insistenti le richieste del Movimento 5 stelle di San Salvo, che a fine marzo, tramite il consigliere comunale Pietro Smargiassi aveva fatto approvare in Comune la mozione che richiedeva la fermata dei treni veloci. Trenitalia aveva assicurato il servizio temporaneo per il periodo estivo. L’azienda, tuttavia, non ha rispettato l’accordo.

Mentre l’amministrazione vastese tace, il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca fa sentire la sua protesta, scrivendo una lettera al presidente della giunta regionale, Camillo D’Alessandro: “Questa stazione rischia di diventare uno scalo fantasma. Come possono esserci turisti se non ci sono i treni?Incrementare il numero delle fermate dei treni a lunga percorrenza per porgere una maggiore offerta turistica nel Vastese in generale è di vitale importanza per un territorio costiero e in affanno economico”. Tale operazione non rappresenterebbe un costo aggiuntivo per Trenitalia, che anzi guadagnerebbe qualche biglietto in più acquistato da turisti e pendolari nella stazione in questione. Il mancato arrivo dei treni ad alta velocità,rappresenta un grave disagio anche per i  i molti studenti o lavoratori fuori sede che si trovano costretti ad affrontare scomode tratte aggiuntive per raggiungere il vastese. “Il problema è che non ci sono i numeri” fa osservare ancora Tiziana Magnacca.”Ma in un comprensorio di circa centomila residenti che in estate raddoppiano, i numeri sono i cittadini utenti e, se per assurdo anche uno di loro utilizzasse il servizio, ciò giustificherebbe ampiamente la sosta”. Le fa eco il presidente del consiglio comunale di San Salvo Eugenio Spadano, che chiede più attenzione per questo scalo ferroviario.

Protesta anche il senatore del movimento 5 Stelle, Gianluca Castaldi:”Trenitalia ha deciso che l’Italia si ferma a Pescara e i nostri pendolari devono andare in Molise. Non è giusto”. L’azienda dovrebbe ascoltare le voci politiche da più fronti e attivare la fermata promessa.Non si può costringere un pendolare o un turista diretti in un territorio popoloso come quello del vastese a scendere…alla stazione successiva.

Nausica Strever

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.