Banner Top
Banner Top

Sputore tra deleghe e piano di fine mandato

 

sputore

 

 

Non solo atti di ordinaria amministrazione, ma anche incarichi assessorili e ridistribuzione di deleghe. Il vicesindaco Vincenzo Sputore assume in pieno le funzioni di primo cittadino dopo la decisione del sindaco Luciano Lapenna di assentarsi temporaneamente, dopo il lutto che ha colpito la sua famiglia.

Le forze politiche di maggioranza, che si sono strette intorno al sindaco, si sono riunite l’altra sera per vagliare le azioni da intraprendere.

«Mi auguro che Lapenna torni in Comune al più presto, nel frattempo faremo di tutto per affrontare nel migliore dei modi la stagione turistica e per portare a termine il programma di fine mandato già predisposto e concordato tra tutte le forze politiche della coalizione», spiega Sputore, «non c’è solo l’ordinaria amministrazione che assorbe tutte le nostre energie a causa della burocrazia, ma anche una serie di questioni rimaste in sospeso. Ci sono dei passaggi da compiere che verranno concordati con i partiti della maggioranza», aggiunge il vicesindaco. Chiaro il riferimento alle vicende politiche che hanno determinato la crisi amministrativa, rientrata dopo l’intesa raggiunta con il programma di fine mandato che mette nero su bianco una serie di impegni.

Sputore, che sostituisce in tutto e per tutto Lapenna, dovrà tradurre in provvedimenti concreti gli accordi intercorsi con il Partito socialista per il rientro in giunta dell’assessore al’urbanistica dimissionario Luigi Masciulli. C’è poi la questione rimasta in sospeso dell’ingresso nell’esecutivo di Gino Marcello, capogruppo di Giustizia Sociale. Ed infine la ridistribuzione delle deleghe, altro passaggio chiave del documento che ha sancito la ritrovata armonia nel centrosinistra.

Insomma, per Sputore, che ha già sostituito Lapenna nei mesi scorsi, in occasione del viaggio a Perth, in Australia, si annunciano mesi di intenso lavoro, anche se non si sa ancora per quanto tempo Lapenna sarà assente. «Spero di poter contare sulla collaborazione di tutti», chiosa il vicesindaco che per svolgere il suo incarico a tempo pieno ha deciso di prendersi un periodo di aspettativa dal lavoro.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.