Banner Top
Banner Top

San Salvo: sulla stazione ferroviaria il sindaco Magnacca sollecita di nuovo la Regione Abruzzo

In questi mesi l’Amministrazione comunale di San Salvo è sempre stata in prima fila nel rivendicare il ruolo dello scalo ferroviario Vasto-San Salvo. Proprio in queste ore il primo cittadino Tiziana Magnacca è tornata a sollecitare una maggiore attenzione e un maggiore impegno da parte della Regione Abruzzo per la stazione stavolta scrivendo al sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Camillo D’Alessandro.

Al centro delle sollecitazioni espresse nel documento la questione del collegamento dello snodo ferroviario con la zona industriale di Vasto-San Salvo e la possibilità di aumentare il numero delle fermate dei treni a lunga percorrenza.

Entrambi gli argomenti sono stati oggetti di un incontro specifico svoltosi a Pescara lo scorso 21 gennaio.
“E’ indubbio l’interesse dell’Amministrazione comunale di San Salvo – ha dichiarato il sindaco Magnacca – affinché questi due aspetti, snodo ferroviario e aumento delle fermate dei treni a lunga percorrenza nella stazione di Vasto-San Salvo, siano inseriti nell’agenda delle cose da fare del sottosegretario D’Alessandro”.

Nella lettera il sindaco chiede di conoscere l’esito delle iniziative intraprese con Ferrovie Italiane per consentire un maggior numero di fermate nella stazione di Vasto-San Salvo dei treni a lunga percorrenza e lo sviluppo della questione snodo ferroviario e della convenzione che si sarebbe dovuta sottoscrivere per la gestione dei servizi e della rete all’interno del tratto nella zona industriale del Vastese.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.