Banner Top
Banner Top

Spiagge in pessime condizioni, l’Amministrazione comunale si scusa con ospiti e residenti

Il nostro articolo (leggi qui), cui hanno fatto seguito anche quelli di altre testate, sulle pessime condizioni in cui sono state presentate le due spiagge più rinomate della città nel ponte lungo del 2 giugno e che costituiscono il vero bigliettino da visita della stagione turistica vastese ha colpito nel segno tant’è che l’assessore al Turismo Vincenzo Sputore quest’oggi si è così pronunciato: “Chiediamo scusa agli ospiti e ai residenti per l’accumulo di detriti sulle spiagge di Vasto Marina e Punta Penna causati da un’improvvisa quanto imprevedibile mareggiata che ha colto tutti di sorpresa”.

Come avevamo anticipato anche nel nostro pezzo l’attenuante sarebbe stata quella dell’improvvisa mareggiata, ma siamo sempre convinti che la prontezza di rispondere ad esigenze appunto improvvise deve appartenere a un sistema che da anni parla di Vasto come città a vocazione turistica (peraltro concezione che non ci vede pienamente d’accordo perché la città istoniense può per fortuna vantare eccellenze e occupazione nei settori industriali, artigianale e negli ulti anni anche agricoli), soprattutto quando l’occasione si chiama “ponte lungo del 2 giugno”.

I richiami, le lettere, gli articoli, le proteste, le lamentele di cittadini e turisti testimoniano una situazione davvero incresciosa che non può essere sminuita raccontando come “l’Amministrazione comunale ha stanziato euro 115.000 per la pulizia giornaliera di tutte le spiagge di Vasto e l’inizio dei lavori, dopo un primo e corposo intervento durante le scorse festività pasquali, dove sono stati rimossi oltre 300q di detriti, era stato programmato per il prossimo 13 giugno, tuttavia, a seguito delle attuali condizioni, l’inizio dei lavori sarà anticipato al 5 giugno”.

Peraltro, quanto appena verificatosi ha il vantaggio di poter servire da monito per il futuro, sperando nella collaborazione tra Amministrazione comunale, operatori del settore e anche i comuni cittadini che abbiamo messo tutti dinanzi alle proprie responsabilità.

L. S.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.