Banner Top
Banner Top

Tagli al sociale, Gatti (FI): “queste le vere cifre, non quelle illusorie della Sclocco”.

Era stato l’assessore regionale alle Politiche sociali in persona a replicare all’allarme lanciato da una riunione di sindaci del territorio teatino tenuta a San Salvo la scorsa settimana in merito ai possibili tagli al sociale. Marinella Sclocco aveva snocciolato tutte le cifre che avrebbero significato un aumento degli investimenti regionali nel sociale e trasmesse proprio agli assessori comunali al ramo, una visione, però, non condivisa dal vice-presidente del Consiglio regionale, il forzista Paolo Gatti.

In una nota diffusa con le stesse modalità ai primi cittadini, Gatti conferma gli aumenti per il Fondo sociale regionale (FSR) di 100 mila euro e di quello nazionale per le Politiche sociali di 492 mila euro, però sottolinea che il primo provvedimento è “in virtù di un emendamento proposto dalle minoranze in Consiglio regionale” e il secondo “per il riparto automatico in base a parametri nazionali fissati da oltre 10 anni”.

Aumenta sì di 8 milioni di euro il Fondo regionale per l’integrazione socio-sanitaria (compartecipazione), ma “per coprire l’80 per cento dei costi a carico di comuni e/o persone non autosufficienti – dice l’esponente di FI – il restante 20 per cento sarà a carico dei cittadini utenti e/o delle Amministrazioni comunali, mentre in passato la Regione finanziava il 100 per cento”.

L’incremento di 2.177.899,97 euro per il PAR-FAS Abruzzo 2007-2013 — Linea di Azione V.2.1.a “Attuazione del Piano di azione Obiettivi di Servizio. Servizi per l’infanzia viene confermato, ma Gatti, ancora una volta sottolinea che, come dice il nome stesso, si tratta di “Risorse già previste dalla programmazione PAR-FAS Abruzzo 2007-2013”.

E, poi, la questione nodale, ovvero quella che per Gatti rappresenta la notevole riduzione delle risorse per il Fondo sociale europeo per il finanziamento agli Enti di Ambito sociale dei progetti di inclusione sociale che passa dai 12.076.264,00 stabiliti dalla DGR 501/2011 ai 3.200.000,00 della programmazione a venire.

Basandosi su queste cifre il vice-presidente del Consiglio regionale invita, duqnue, i primi cittadini a non farsi illusioni

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.