Banner Top
Banner Top

Il convegno “Le ventricine del vastese incontrano i vini del territorio”

Si terrà Giovedi 28 Maggio presso il ristorante il Panfilo a San Salvo Marina, dalle ore 18 in poi, il convegno “Le ventricine del vastese incontrano i vini del territorio”, organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier (AIS) attraverso la delegazione Vasto-Val di Sangro, in collaborazione con il GAL Maiella Verde e la consulenza tecnica di Michele Piccirilli.

L’obiettivo del convegno è quello di stimolare l’incontro tra il mondo della ventricina e quello del vino e, comunque, tra le diverse eccellenze del nostro territorio, attraverso un processo di aggiornamento tecnico (cibo-vino) indirizzato agli operatori della ristorazione e del turismo, agli addetti alla comunicazione e a tutti gli appassionati di enogastronomia.

“La delegazione AIS Vasto-Val di Sangro – spiega la responsabile sommelier Angela Di Lello – promuove la formazione continua dei propri iscritti e degli appassionati di enogastronomia in generale e, per l’occasione, crediamo nei molti punti in comune tra la ventricina e i vini del territorio.

“La crescita della capacità attrattiva dei nostri territori – aggiunge Carlo Ricci (Maiella Verde-Scuola del Gusto Abruzzo) – passa obbligatoriamente attraverso un “salto di qualità” nella capacità di comunicarne l’identità culturale, in particolare quella enogastronomica. Gli attori della ristorazione e della ricettività sono i più importanti narratori di questo racconto bellissimo ed è con questo spirito che la Scuola del Gusto Abruzzo promuove iniziative come questa”.

La conoscenza della storia, delle tradizioni, delle tecniche e delle tecnologie di produzione e di stagionatura della ventricina, sono prerequisiti fondamentali per dare consistenza e ripetibilità alla fase della degustazione della ventricina, un momento che abbiamo inserito in agenda e speriamo venga apprezzato dai partecipanti al convegno

Conosciamo espressioni tipiche della gastronomia tradizionale regionale, per esempio “Zampone e Lambrusco”, “Costata alla fiorentina e Chianti”, “Purceddu e Cannonau”, “Cassata e moscato di Pantelleria”, “Olive ascolane e Falerio”, “Ventricina e vino cotto” oppure “Ventricina e Montepulciano d’Abruzzo” oppure “ventricina e vino rosso”? Sarà l’intervento di Gaudenzio D’Angelo, presidente della Associazione Nazionale Sommelier della Regione Abruzzo, a dare maggiori dettagli per dirimere questo piacevole rompicapo.

A Giorgio Suriani (della Scuola del Gusto Abruzzo) il compito di tracciare le peculiarità della ventricina in fase di degustazione:

riconoscere pregi o difetti, come tagliere la ventricina? A fette o tocchi…

Moderatore ufficiale del convegno sarà il sommelier Nicola Delle Donne, promotore dell’evento.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.