Banner Top
Banner Top

Piena di erbacce e pericolosa, pista ciclabile sotto accusa

 

 

 

 

Non è solo piena di erbacce che invadono la carreggiata, ma è anche pericolosa. È irta di insidie la pista ciclabile della Marina che costeggia un rarissimo ambiente dunale, oggetto di recente di un pesante intervento di manomissione. Il tratto a sud del percorso che, tramite un ponticello in legno si ricollega a San Salvo, ha urgente bisogno di essere messo in sicurezza. La segnalazione arriva dai tanti ciclisti che percorrono la pista il cui tratto finale costeggia un fossato di tre metri, privo di barriere protettive. Uno di loro ieri se l’è vista proprio brutta. «Per evitare una donna con una bambina che stavano passeggiando, ho rischiato di finire nel fosso», racconta il ciclista, che ora ringrazia la sua buona stella, «il Comune non può far finta di niente, deve intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza, realizzando una staccionata in legno o una struttura di protezione».

Prima del tratto pericoloso lo spettacolo che si presenta ai frequentatori della pista è di quelli che difficilmente si dimenticano: su trecento metri quadri di area demaniale caratterizzata dalla vegetazione protetta e dall’ambiente dunale sono stati depositati detriti e altro materiale che, attraverso l’ausilio di un mezzo meccanico tipo bobcat, hanno completamente deturpato la parte finale della riserva marina. I responsabili sono stati individuati e deferiti all’autorità giudiziaria dalla Guardia costiera.

Insomma, un’area che dovrebbe essere valorizzata rappresentando un valore aggiunto per il turismo costiero, finisce spesso e volentieri nel mirino di chi non ha alcun rispetto per l’ambiente.

Lo stato di degrado in cui versa la pista ciclabile (di cui si continua a fare un uso promiscuo) la dice lunga sull’attenzione che viene riservata a una parte di territorio tutelata da leggi nazionali e comunitarie e in quanto tale degna della massima attenzione. L’anno scorso il percorso è stato chiuso con un’ordinanza del sindaco Luciano Lapenna, nel tratto iniziale che va da viale Duca degli Abruzzi al Park Hotel, per urgenti lavori di manutenzione e per il ripristino delle condizioni di sicurezza.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.