Banner Top
Banner Top

Il Comune di Fossacesia aderisce alla manifestazione no triv di Lanciano

Dopo la presa di posizione degli industriali, è ancora una volta l’Amministrazione di Fossacesia la prima ad esprimersi ancora fortemente contraria alla deriva petrolifera nell’Adriatico. Ed è l’attuale sindaco Enrico Di Giuseppantonio a ricordare, insieme al suo vice Paolo Sisti, quanto è stato fatto dal suo comune, alla vigilia della manifestazione in programma a Lanciano il 23 maggio prossimo, alla quale il Municipio parteciperà con il suo Gonfalone.

“Che siamo assolutamente contrari alla realizzazione di questo progetto – dice Di Giuseppantonio – lo narrano i fatti. Da poco insediatasi, nel mese di luglio 2014, la Giunta comunale, con apposito atto deliberativo, ha presentato osservazioni al Ministero dell’Ambiente relativamente alla documentazione integrativa depositata dalla Società Medoilgas Italia spa, all’epoca responsabile del progetto, per lo studio di valutazione di impatto ambientale. In quell’occasione era stata dichiarata nettamente la contrarietà del Comune di Fossacesia alla realizzazione delle piattaforme, tant’ è che successivamente la stessa Giunta aveva conferito apposito incarico ad un legale per costituire il Comune di Fossacesia in giudizio dinanzi al Consiglio di Stato affinchè ci si opponesse al ricorso che aveva presentato la Rockhopper, già Medoilgas, contro la sentenza del Tar Lazio che di fatto bloccava l’iter autorizzativo della piattaforma petrolifera Ombrina mare”.
“Abbiamo cercato di avviare ed attivare qualsiasi azione utile per contrastare la realizzazione di questo progetto – dichiara il Vice Sindaco del Comune di Fossacesia, Paolo Sisti – proprio perché crediamo fermamente che la vocazione del nostro territorio sia e debba rimanere un’altra, quella turistica e di rispetto ambientale. Quando nel mese di marzo 2015 abbiamo appreso dal sito internet del Ministero dell’Ambiente che la Commissione Tecnica Via aveva rilasciato parere positivo, anche se con prescrizioni, abbiamo subito fatto richiesta di accesso agli atti”, racconta Sisti, che aggiunge: “Il Comune di Fossacesia, inoltre, nel mese di aprile, ha formalmente invitato anche il Ministero per i Beni culturali e ambientali, competente in tema di valutazioni di ogni eventuale conseguenza che dalla realizzazione dell’opera di Ombrina deriverebbe, ad esprimere parere negativo sul progetto”.

Insomma, queste le motivazioni che inducono il Comune di Fossacesia e i suoi amministratori a partecipare alla manifestazione lancianese.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.