Banner Top
Banner Top

I Carabinieri in Abruzzo: il volume “Vestiti della nostra militar divisa”

“I Carabinieri “piemontesi” giungono a Chieti il 17 gennaio 1861 con il preciso compito di costituire gradualmente l’articolazione territoriale dell’8^ Legione. Subentrano alla Gendarmeria borbonica che, a partire dell’entrata di Garibaldi a Napoli, tutela l’Ordine pubblico nei Tre Abruzzi, mutando la denominazione in Carabinieri Reali.” 

 

Oggi, 15 maggio 2015, alle ore 18.30, presso il Palazzo degli studi (C.so Trento e Trieste) di Lanciano, si terrà una conferenza sulla storia dell’insediamento dell’Arma dei Carabinieri in Abruzzo (dal 1861 ad oggi), patrimonio del popolo italiano al servizio della collettività. Nell’occasione verrà presentato il volume “VESTITI DELLA NOSTRA MILITAR DIVISA” realizzato dal Maggiore dei Carabinieri Alessandro MENNILLI e dall’archivista Dott.ssa Annalisa Massimi.

Il volume, edito in occasione del bicentenario dell’Arma dei Carabinieri, è il risultato di un ampio percorso di ricerca e ricostruisce le vicende dell’insediamento dei Reali Carabinieri in Abruzzo a cavallo dell’Unità d’Italia.

Insieme agli autori interverranno il Dott. Mario Pupillo, Sindaco di Lanciano e Presidente della Provincia di Chieti, il Generale dei Carabinieri Claudio Quarta, Comandante della Legione Carabinieri di Chieti, S.E. Mons. Emidio Cipollone, Arcivescovo Diocesi di Lanciano – Ortona e il Prof. Gianni Orecchioni, Dirigente scolastico e storico.

L’opera è stata realizzata su documenti degli archivi di stato italiani tra i quali quello prestigioso di Chieti.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.