Banner Top
Banner Top

La festa di San Nicola a Scerni

Ieri si è celebrata la festa di San Nicola a Scerni: la statua del santo era esposta in trionfo in piazza Ranalli, dove sono state benedette le trecce votive, un dolce a base di pasta di maritozzo aromatizzata all’anice. Anticamente, durante questa festa, le donne portavano sulla testa grandi ceste piene di trecce votive che poi  distribuivano ai presenti lanciandole o allestendo una specie di riffa. Oggi, le trecce vengono offerte ai fedeli dopo la benedizione e la Santa Messa, che si è tiene all’aperto, in piazza Ranalli, vicino all’altare del Santo,alle 20.00 di sera. Successivamente, si è svolta la processione che è caratteristica perché durante tutto il percorso dalla piazza fino alla chiesa di San Panfilo, che riproduce simbolicamente il tragitto delle esequie di San Nicola da Mira a Bari, si lanciano di tanto in tanto fuochi d’artificio per rendere omaggio al Santo. Tale pratica oggi è affidata ad artificieri esperti, ma un tempo le famiglie scernesi dai balconi che si affacciavano sul corso, lanciavano bengala e girandole al passaggio della statua del santo. S’innescava una vera e propria gara tra le famiglie a chi riuscisse a rendere più omaggio al santo con questi fuochi casalinghi. Anche a Scerni, come a Pollutri, la tradizione del culto di San Nicola deriva dalla devozione del Santo che si è radicata a Bari grazie al trasporto delle reliquie da Mira a Bari da parte di 62 marinai baresi: le spoglie giunsero nella città pugliese il 9 maggio 1087.

Nausica Strever

  • IMG_0258
  • IMG_0270
  • IMG_0264
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.