Banner Top
Banner Top

Ulivi a rischio Xylella, attivata la task force regionale di monitoraggio

Era stata un a sollecitazione forte della Copagri Abruzzo e l’assessore regionale alle Politiche agricole, Dino Pepe, aveva da subito mostrato apertura a una iniziativa del genere ed ora l’annuncio è arrivato. E’ entrata in azione l’unità di crisi permanente anti-Xylella, la task force creata al fine di monitorare il territorio della Regione Abruzzo per impedire l’arrivo e la diffusione del temibile batterio Xylella fastidiosa che sta determinando gravi danni al settore olivicolo soprattutto salentino e che ha visto l’Unione Europea adottare provvedimenti drastici per cercare di limitarne la diffusione non senza determinare proteste vibranti.

La task force abruzzese ha iniziato ad operare con la giornata formativa per i tecnici delle Associazioni e Organizzazioni dei produttori olivicole. Infatti, nella sala riunioni del servizio fitosanitario regionale sono state illustrate le caratteristiche epidemiologiche ed eziologiche del batterio ed i sintomi più salienti che ne consentono l’immediata individuazione, le strategie agronomiche da adottare nella conduzione degli oliveti ed è stato illustrato il piano di monitoraggio e le fasi operative che i tecnici andranno ad attuare su tutto il territorio regionale.

L’assessore Pepe ha sottolineato “la tempestività dell’azione di prevenzione anti-Xylella. La Regione Abruzzo – ha concluso Pepe – si pone all’avanguardia con una iniziativa concreta per contrastare la temibile fitopatia”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.