Banner Top
Banner Top

Rapinatore in trasferta rintracciato e arrestato dai carabinieri

Identificato e tratto in arresto, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chieti in collaborazione con i colleghi di Catania, il malvivente che lo scorso 15 gennaio, a Chieti, in via Colonnetta, aveva messo a segno una rapina ai danni della filiale della banca Monte dei Paschi di Siena. In manette è finito TOSTO Salvatore, 25enne di Catania, noto alle forze dell’ordine, attualmente ristretto presso la casa circondariale “Piazza Lanza” di Catania per altra causa. Gli uomini dell’Arma, ieri pomeriggio, gli hanno notificato in carcere un mandato di arresto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Chieti per i fatti commessi lo scorso Gennaio.

Come ricostruito dai Carabinieri di Chieti l’uomo, quella mattina, era entrato in banca confondendosi tra i clienti e, fingendo di essere armato, si era poi fatto consegnare la somma di 7000 euro in contanti dagli impiegati. Subito dopo era fuggito a piedi per le vie circostanti riuscendo a far perdere le proprie tracce. Fondamentale è stata, in quell’occasione, la collaborazione dei clienti della banca e dei passanti che hanno fornito elementi utili per l’individuazione del malvivente. L’uomo, che nel frattempo è finito in carcere per altre ragioni, è stato identificato dai Carabinieri di Chieti grazie alla comparazione degli elementi raccolti subito dopo la rapina e i dati immessi in banca dati dai colleghi di Catania a seguito del suo successivo arresto avvenuto in Sicilia. Dovrà ora rispondere anche per questi fatti di Chieti.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.