Banner Top
Banner Top

“Lapenna ha paura di Salvini”

“Le frange estreme debbono essere isolate” ha detto Luciano Lapenna prima di scappare dall’Aula insieme ai suoi compagnucci e far così saltare un importantissimo Consiglio comunale. Prima di lui, due consiglieri del Pd hanno cercato di non farmi parlare, interrompendomi e provocandomi a più riprese, mentre il Presidente Forte, con correttezza, mi ha dato i dieci minuti che mi spettavano. Hanno paura di Salvini, il galantuomo e i suoi compagnucci. Si è capito benissimo. Hanno paura delle oltre trecento firme raccolte spontaneamente in poche ore per chiedere asilo politico, firme di gente perbene che ritiene molto pericolose le frange flaccide, non quelle estreme. Sono le frange flaccide ad aver indebolito il Paese, ad averlo esposto e consegnato ai clandestini, ad averlo reso insicuro. Proprio sulla sicurezza è caduto il galantuomo, perché è strutturalmente inadeguato a garantirla. C’è stato bisogno di Gino Marcello, componente della maggioranza, per ricordargli che il problema è sottovalutato, che nel centro storico gira la droga e si prativa la violenza, la gente è disperata, avendo paura di uscire e di rincasare. Non è il Bronx, è Vasto, la nostra Vasto che avrebbe bisogno di un Sindaco diverso, determinato, irreprensibile. Invece abbiamo i compagnucci che vorrebbero risolvere il problema con il sorriso. Se parliamo di censire chi vive nelle case del centro storico, si allarmano, pensano alle schedature del Ventennio, sognano i carri verso Auschwitz. È la sinistra al caviale, la sinistra dei vitalizi e delle cooperative, la sinistra arrivata al capolinea. L’anno prossimo il “Signori, si scende!” non varrà soltanto per il macchinista, ma anche per i compagnucci che lo hanno sostenuto in questa tragica e fallimentare avventura. Dieci anni di nulla hanno condotto Vasto al punto più basso della sua storia. Altro che aggressione verbale! Vasto è stata rasa al suolo e senza ruspe. Con il sorriso.

Davide D’Alessandro

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.