Banner Top
Banner Top

Punti nascita, tutto da rifare. In Consiglio regionale D’Alfonso e C. finiscono KO

E’ stata la questione della chiusura dei punti nascita abruzzesi ha decretare la prima reale sconfitta del Governo D’Alfonso finito per la prima volto sotto grazie anche ai voti di alcuni componenti la maggioranza stessa, ovvero Lorenzo Berardinetti (Regione Facile), Andrea Gerosolimo e Mario Olivieri (Abruzzo Civico) e Luciano Monticelli e Pierpaolo Pietrucci (Pd).

Su 31 votanti, dunque, 17 hanno votato a favore, e 14 contro la risoluzione urgente presentata dal centrodestra e dal Movimento 5 Stelle che impegna il presidente della Giunta e commissario ad acta della Sanità, Luciano D’Alfonso, a mantenere aperti i punti nascita di Sulmona, Ortona, Atri e Penne la cui chiusura è sancita dal decreto dello stesso commissario, e garantire la sicurezza per neonati e donne con iniziative specifiche, e contestualmente a sospendere e riesaminare il decreto di chiusura.

La votazione è avvenuta in modo nominale e le espressioni contrarie di D’Alfonso e Paolucci sono state accompagnate da bordate di fischi. E si, perché oggi all’Emiciclo è giunto oltre un migliaio di manifestanti contro la soppressione dei punti nascita che hanno preso di mira soprattutto l’assessore alla Programmazione sanitaria Silvio Paolucci.

Tra di loro anche alcuni sindaci, rappresentanti sindacali, comitati spontanei ed a farla da padrona una folta delegazione proveniente da Sulmona che è riuscita anche a superare i cancelli dell’Emiciclo per giungere nei pressi dell’Aula consiliare, il tutto contenuto da un cordone di polizia in tenuta anti-sommossa. E’ toccato al primo cittadino sulmonese, Giuseppe Ranalli, provare a calmare gli animi e a convincere i manifestanti ad uscire dal palazzo.

L’approvazione della risoluzione è stata salutata con un grande applauso, mentre la rabbia era chiara sul volto del presidente dell’assise Di Pangrazio e del sottosegretario alla Giunta regionale Camillo D’Alessandro che stizzito ha detto “la verità verrà a galla”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.