Banner Top
Banner Top

Vasto, sottoposta a 4 operazioni con un unico intervento

Quattro interventi sulla stessa paziente nella stessa seduta operatoria eseguiti in laparoscopia ed endoscopia. Sta bene ed entro qualche giorno potrà tornare a casa, senza vistose cicatrici una donna di 60 anni di Vasto operata da due équipe, quella di Chirurgia e quella di Gastroenterologia dirette rispettivamente da Carmine Lanci e da Antonio Spadaccini. In sala operatoria hanno lavorato in team, per circa quattro ore, i dottori Antonio D’Attilio e Loredana Manso (Uoc Chirurgia) con Antonio Spadaccini e Michele Silla (Uoc Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva) supportati dal personale di sala, anestesisti, infermieri collaboratori di Endoscopia e personale della Chirurgia.

LA STORIA. La donna accusa da tempo dolori addominali persistenti. Effettua dei controlli al San Pio per capire la natura di quei dolori che la affliggono da tempo. I primari delle due unità operative la sottopongono a numerosi accertamenti. Referti alla mano, studiano il caso con i loro team e decidono quali procedure adottare. Prospettano alla paziente la possibilità di un intervento multiplo non invasivo che avrà anche un decorso piuttosto veloce. Accetta e si programma l’operazione.

LA SEDUTA OPERATORIA. Non nuovi a procedure combinate complesse in sala, per la prima volta i due chirurghi e i due gastroenterologi eseguono una quadruplice operazione chirurgica. “Durante gli accertamenti pre-operatori erano state evidenziate una calcolosi della colecisti, una stenosi della Papilla del Vater ovvero un restringimento del dotto che porta la bile nel duodeno, un’ernia ombelicale ed una cisti ovarica. Il quadro generale non era dei più semplici” spiegano i quattro medici che hanno eseguito con successo l’intervento multiplo. “Sicuramente è stata una seduta laparoscopica ed endoscopica impegnativa e di non comune attuazione che ha richiesto una fase preparatoria accurata e soprattutto un lavoro di squadra non indifferente” aggiungono. Tra l’altro, nella Asl di Lanciano- Vasto- Chieti, la tecnica combinata laparoscopica ed endoscopica per papillosfinterotomia endoscopica retrograda, viene effettuata solo al San Pio dove la procedura combinata tra chirurghi ed endoscopisti per il trattamento delle patologie delle vie biliari è una prassi ormai consolidata. L’équipe chirurgica ha eseguito con approccio laparoscopico la colecistectomia e l’asportazione della cisti ovarica con plastica dell’ernia ombelicale, mentre della Ercp e papillosfinterotomia endoscopica cioè le due procedure per il trattamento delle patologie della via biliare, si è occupata l’équipe della Gastro.

IL DECORSO POST OPERATORIO. Le condizioni della sessantenne sono buone anche se non è stata ancora dimessa. “Ha subito comunque quattro interventi, nonostante le procedure utilizzate non siano invasive” sottolineano i dottori. La donna si è già alzata, ha ripreso ad alimentarsi seppur in maniera molto graduale e leggera. Molto importante, nella fase successiva alla multi-operazione è stata l’intesa interdisciplinare nella gestione del caso. “La paziente non è riuscita a nascondere la sua meraviglia per il decorso e soprattutto per l’intervento quadruplice al quale è stata sottoposta” aggiungono. Anche dal punto di vista estetico, non resteranno cicatrici evidenti, dal momento che sono state effettuate solo delle piccole incisioni che hanno richiesto un paio di punti di sutura ciascuna.

Simona Andreassi (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.