Banner Top
Banner Top

Più spiaggia ai naturisti sulla Costa dei Trabocchi

I naturisti torneranno dal 21 giugno su un tratto di spiaggia della Costa dei trabocchi. Nei giorni scorsi il Comune di Torino di Sangro ha approvato la delibera di giunta che rinnova l’autorizzazione alla pratica naturista sulla spiaggia in contrada Lagodragoni, subito a nord del trabocco “Punta Le Morge”. E già fioccano le polemiche. Dando seguito alla richiesta dell’Anab, l’associazione naturista abruzzese, e sulla base della legge regionale del 2013 per la valorizzazione della pratica che promuove il contatto diretto con la natura e ha nella nudità la naturale conseguenza, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Silvana Priori ha messo in luce «i risultati estremamente positivi» della stagione 2014, con la regolamentazione della pratica che prima veniva esercitata al di fuori di aree delimitate e il riscontro di «un notevole incremento delle attività turistiche e ricettive locali». «Rispetto alla precedente delibera ci sono importanti novità», sottolinea il presidente dell’Anab, Stefano Daniele, «l’area destinata alla pratica naturista passa da 150 a 200 metri e viene traslata di ulteriori 50 metri in direzione sud, così da coincidere quasi interamente con la porzione di arenile storicamente frequentata dai naturisti. Non è prevista alcuna data di scadenza, così da potersi ritenere, nei limiti di legge, a tempo indeterminato». Domenica 21 giugno c’è l’inaugurazione della stagione estiva sull’unica spiaggia abruzzese ufficialmente autorizzata alla pratica. E già si annuncia, la settimana precedente, un raduno nazionale al Camping Sangro.

Contro la scelta del Comune è l’associazione consumatori “Contribuenti italiani”. «È una china pericolosa quella presa dall’amministrazione comunale», dice Nino Di Fonso, presidente di “Contribuenti Torino di Sangro e comprensorio” e consigliere comunale, «condividiamo le finalità istitutive della legge sul naturismo, ma crediamo debba essere utilizzata intelligentemente e in territori di medie dimensioni, non a Torino di Sangro. Il turismo sociale delle famiglie è stato danneggiato dalla presenza naturista l’estate scorsa». L’associazione sta raccogliendo un dossier sarà presentato in Procura.

Stefania Sorge (ilcentro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.