Banner Top
Banner Top

Arrestato uno spacciatore con numerosi precedenti per mafia

Ieri pomeriggio, i carabinieri della Stazione di Francavilla al Mare, mentre stavano effettuando i controlli a campione  nei pressi del casello autostradale Pescara Sud – Francavilla al Mare, hanno fermato un cinquantaseienne a bordo di una fiat 500. Durante il controllo di rito dei documenti, i militari dell’Arma hanno scoperto che l’auto non era di sua proprietà e che il cinquantaseienne era un pluripregiudicato calabrese residente in Lombardia che annoverava, sul suo conto, numerosi precedenti penali per mafia. L’auto, inoltre, era abitualmente usata da gruppi di etnia rom per spaccio di droga. Costatando lo stato di nervosismo dell’uomo, dapprima tranquillo, i Carabinieri hanno pensato bene di perquisirlo, rinvenendo nella tasca della giacca una mazzetta di denaro contante accuratamente avvolta con del cellophane che l’uomo ha dichiarato ammontare a circa 1000 euro. Alla verifica dei militari, in realtà si trattava di 4000 euro  sulla cui presenza l’uomo non ha saputo fornire alcuna spiegazione. Il malvivente, è stato così portato in caserma, dove grazie all’intervento del cane Sissy, ” in forza al Nucleo Cinofili del Comando Legione Abruzzo, sono stati rinvenuti due panetti di cocaina, del peso complessivo di più di due chili, avvolti con del nastro adesivo. Per trovarli, però, è stato necessario smontare pezzo per pezzo la parte posteriore dell’auto, procedimento per il quale sono state impiegate ben 3 Foto cocaina e denaroore, al termine delle quali è stata individuata la collocazione dei due involucri all’interno di un vano posteriore, dove abitualmente alloggiano le casse dell’autoradio. L’uomo, che è stato identificato come Mileto Pasquale, probabilmente era giunto in Abruzzo per una consegna: dalle prime analisi mediche effettuate, è stata rilevata l’assunzione di stupefacenti da parte del malvivente. Secondo questi livelli, è stato calcolato che dallo stupefacente si potessero ricavare circa 30mila dosi per un valore approssimativo al dettaglio di circa un milione e mezzo di euro. Al termine delle operazioni, i Carabinieri hanno eseguito l’arresto del cinquantaseienne con l’accusa di e lo hanno trasferito presso la casa circondariale locale.

Nausica Strever

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.