Banner Top
Banner Top

Maltempo: come previsto il bilancio dei danni è pesantissimo, per la Regione più di 80 milioni di euro

La Giunta regionale di ieri sera ha definito e formalizzato la richiesta al Governo per la dichiarazione dello stato di emergenza ovvero la sussistenza delle condizioni previste dall’art. 2 lett. C delle legge 225/1992, “in quanto la Regione si trova senza dubbio di fronte ad un evento che richiede poteri e mezzi straordinari”, il dopo aver valutato tutto il materiale arrivato dai vari Comuni e dalle perlustrazioni e analisi dei tecnici, peraltro sommarie visto, appunto lo stato emergenziale.

Danni ingenti e permanenti valutati in oltre 80 milioni di euro di cui il Governo regionale renderà conto a quello centrale corredano la richiesta con un “puntuale e circostanziato rapporto contenente il dettaglio degli eventi accaduti con stima dei danni pubblici e privati – ha spiegato il Governatore – corredato da dettagliato report fotografico ed adeguata rappresentazione cartografica, con puntuale localizzazione delle maggiori criticità”, dando quindi mandato alla Struttura di Protezione civile regionale di effettuare “gli adempimenti di cui alla deliberazione di giunta n. 4 dell’8 gennaio 2015 (Definizione delle procedure finalizzate alla richiesta della dichiarazione dello Stato di emergenza)”.

Insomma, come anticipato già delle prime ore era parso evidente che il bilancio sarebbe stato salatissimo e come anche in Abruzzo sia necessario investire anche cifre ingenti per la prevenzione dei disastri, cifre che sarebbero comunque notevolmenti inferiori alla somme degli investimenti necessari nel corso degli anni a porre riparo all’aggressione del clima e non solo.

Appare altresì evidente che la macchina dei soccorsi non ha avuto esitazioni funzionando e rispondendo nel modo migliore, riuscendo a rispondere anche a criticità pesanti.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.