Banner Top
Banner Top

Il funerale di Vasto Marina con tanto di bara

Da viale delle palme a… cimitero. Offre uno spettacolo triste e desolante viale Dalmazia, nel cuore della Marina, dove il punteruolo rosso ha fatto strage di palme, riducendo a mal partito le rigogliose chiome. Quel che resta delle palme, la totale assenza di manutenzione delle aree verdi, la potatura selvaggia del pioppo nero e il generale stato di incuria in cui versa il lungomare, spesso oggetto di raid vandalici, sono motivo di protesta e disappunto per i residenti e i titolari di quelle poche attività commerciali che restano aperte tutto l’anno. Alcuni di loro, in maniera provocatoria, hanno lanciato l’idea di un funerale.

“Si, il funerale di Vasto Marina con tanto di corteo e carro funebre, chiosano alcuni operatori turistici, “sarebbe un modo per richiamare l’attenzione dell’Amministrazione comunale sullo stato di abbandono della riviera, nella speranza che vengano programmati interventi di manutenzione e che non si arrivi come al solito impreparati a ridosso della stagione balneare. E che dire di viale Dalmazia? Fa impressione vedere le palme senza chioma. Perché non vengono sostituite con nuove piante? Non crediamo si tratti di una spesa eccessiva”.

Sulle palme, o meglio sui monconi rimasti, era intervenuto anche l’ex sindaco Giuseppe Tagliente che si era preso la briga di contare le piante distrutte dal terribile insetto asiatico, in tutto cento. Proteste anche per il pioppo nero vittima di una potatura definita “invasiva e deturpante” dalle associazioni ambientaliste che nelle scorse settimane hanno denunciato l’ennesimo scempio ai danni del patrimonio arboreo chiedendone conto all’Amministrazione comunale.

E poi c’è il lungomare: da nord a sud mostra evidenti segni di incuria, in compenso sono arrivate le nuove panchine in viale Duca degli Abruzzi. Sono nere, tanto per restare in tema. Altro capitolo è la pista ciclabile, ancora senza luci e bisognosa di interventi di manutenzione. Insomma, l’immagine che la Marina offre è ben lontana dall’accattivante località turistica immortalata sui depliant.

Anna Bontempo
(il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.