Banner Top
Banner Top

Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso di Emiliano Marraffini

Nei prossimi giorni sapremo le cause che hanno ucciso Emiliano Marraffini, 37 anni, nato in Argentina ma residente da anni a Vasto, al Villaggio Siv. Sarà l’autopsia, disposta dal sostituto procuratore Enrica Medori, a stabilire le cause del decesso del povero giovane, trovato senza vita ieri mattina all’interno di un box di mattoni ricavato al di sotto della scala che dal Belvedere Adriatico conduce ai campi da tennis del Parco Muro delle Lame. E’ stato un operaio del Comune ad accorgersene. L’uomo, sperando che il povero Marraffini, ha chiamato il 118. Gli operatori dell’Unità mobile di rianimazione dell’ospedale di Vasto non hanno potuto fare altro che dichiarare il decesso del giovane. Subito dopo sono stati i Carabinieri ad avvisare i familiari della tragica ed improvvisa morte di Marraffini. Il ragazzo non era sposato e non aveva figli. Viveva con i genitori. I vicini di casa non parlano anche se da alcune indiscrezioni sembra che l’uomo, negli ultimi giorni, appariva sempre più taciturno e chiuso in se stesso.

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.