Banner Top
Banner Top

San Salvo: Il Giorno del Ricordo, Antonio Fares all’IIS “Mattioli”

Domani, giovedì 12 febbraio 2015, alle ore 10.30, presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “R. Mattioli” di San Salvo, l’Amministrazione comunale e il “Comitato 10 febbraio” terranno un convegno per ricordare le foibe e l’esodo di istriani, giuliani e dalmati dalle loro terre nel periodo 1943/1957. E’ tuttora questo un tema poco conosciuto della nostra storia, che si colloca nel più ampio contesto della seconda Guerra mondiale e dell’immediato dopoguerra, in un’area di confine (tra Italia e Jugoslavia) che allora fu caratterizzata da uno scontro di interessi, di ideologie, di etnie e di culture.
Un argomento da approfondire non solo per ricordare quella tragedia ma anche per comprenderne le dinamiche (determinate da crisi e guerre) che oggi in Europa in parte riemergono e comportano l’affermarsi di movimenti e partiti xenofobi, secessionisti e revanscisti.
A moderare il convegno sarà Marco di Michele Marisi e dopo il saluto del sindaco Tiziana Magnacca ci sarà l’intervento dello storico Antonio Fares. Parteciperanno gli alunni delle classi quinte del Liceo Scientifico, dell’Istituto Tecnico Economico e dell’Ipsia del “Mattioli” nonché una rappresentanza delle classi terze di Scuola Media dell’Istituto Comprensivo n. 1 e dell’Istituto Comprensivo n. 2 di San Salvo. Il convegno è aperto alla cittadinanza.
Al termine dell’incontro, alle ore 12.00, una delegazione si recherà al Monumento ai Caduti a deporre una ghirlanda a memoria delle vittime delle foibe e dell’internamento.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.