Banner Top
Banner Top

Paolucci annuncia 347 milioni di euro di investimento per i cinque nuovi ospedali

«Nel nostro progetto di sanità moderna c’è una edilizia sanitaria all’avanguardia, ed è per questo che stiamo portando avanti il programma di investimenti da 347 milioni di euro che porterà decise innovazioni strutturali per la sanità di Avezzano, Giulianova, Lanciano, Sulmona e Vasto». Lo afferma l’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, che ha incontrato i sindaci delle cinque città territorio in riferimento ai progetti sulla nuova edilizia sanitaria ex articolo 20 della legge 67/88. «Chi parla di “stop” lo fa solo a scopi strumentali, ma a noi interessano i fatti – prosegue l’assessore – e per questo possiamo annunciare che l’iter della validazione di queste risorse è in stato molto avanzato presso il governo nazionale. È stata superata la fase di esame progettuale ed ora si è in attesa del definitivo stanziamento nel bilancio governativo, visto che l’Abruzzo ha anche una priorità riconosciuta per legge essendo la regione del terremoto del 2009. Stiamo procedendo a passo spedito – sottolinea l’assessore – tanto che stiamo spingendo le Asl ad attivare con i Comuni la riprogrammazione delle varianti urbanistiche necessarie, visto che una parte dei costi di questi interventi sarà coperta dalla sdemanializzazione delle proprietà esistenti. D’accordo con i sindaci e con le comunità che amministrano, porteremo avanti il nostro progetto di qualità dell’edilizia sanitaria abruzzese».
I sindaci dal canto loro hanno espresso soddisfazione per le notizie ricevute: «Finalmente notiamo il cambio di rotta nella concretizzazione dei progetti ex art 20 per l’edilizia ospedaliera – affermano i sindaci Giovanni Di Pangrazio, Francesco Mastromauro, Mario Pupillo, Giuseppe Ranalli e Luciano Lapenna – e i progetti, già esaminati dal tavolo romano, porteranno alla modernizzazione del sistema sanitario abruzzese con nuovi ospedali funzionali, che andranno a sostituire le attuali strutture prevalentemente realizzate negli anni Sessanta. Noi sindaci seguiremo gli impegni assunti affinché i nostri territori possano avere risposte adeguate alla richiesta delle collettività».

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.