Banner Top
Banner Top

Foibe, l’11 febbraio iniziative per ricordare un pezzo di storia dimenticato per anni

giorno del ricordo 2015Sono due le iniziative organizzate dal “Comitato 10 Febbraio” per ricordare, anche a Vasto, la tragedia delle foibe e dell’esodo istriano, fiumano e dalmata. Entrambe mercoledì 11 febbraio: alle 9:00 celebrazione al Monumento ai Caduti in Piazza Caprioli con autorità civili, militari, religiose ed associazioni, e con la partecipazione di rappresentanze delle scuole medie della città; alle 10:30, invece, convegno di approfondimento alla Sala Conferenze degli ex Palazzi Scolastici di Corso Italia. Qui, sarà il prof. Antonio Fares a raccontare ai ragazzi delle scuole superiori, quel pezzo di storia per anni sconosciuto ai più, e Magda Rover a testimoniare quanto lei stessa, esule istriana, ha vissuto. Toccherà a Marco di Michele Marisi, Responsabile del Vastese del “Comitato 10 Febbraio”, introdurre e moderare entrambi gli eventi.

“È un’operazione verità quella che da anni con il ‘Comitato 10 Febbraio’ stiamo portando avanti, e queste due iniziative sono inquadrate in un ampio calendario volto a far conoscere quel pezzo di storia del nostro Paese che volutamente e colpevolmente per troppo tempo è stato tenuto nascosto” ha spiegato Marco di Michele Marisi, il quale ha sottolineato come siano “stati migliaia e migliaia gli italiani che nel secondo dopoguerra venivano gettati nelle foibe, cavità carsiche che si inoltravano per decine e decine di metri nel sottosuolo, e che in altri casi invece venivano deportati in veri e propri campi di concentramento; così come sono stati altrettanti i nostri connazionali costretti ad abbandonare la propria terra per sfuggire alla follia dei partigiani di Tito e di quelli italiani. E dopo il sangue – ha chiosato il Responsabile del Vastese del ‘Comitato 10 Febbraio’ – il dimenticatoio: per un periodo lunghissimo di tempo, quella che è stata una vera e propria pulizia etnica degli italiani con l’unica colpa di essere appunto tali, è stata avvolta dal silenzio dei libri di scuola e peggio ancora delle Istituzioni. Da qualche anno – ha aggiunto – con sforzi enormi e cercando di vincere la resistenza di chi vorrebbe continuare a nascondere quei crimini, stiamo raccontando un pezzo doloroso della storia italiana con lo scopo di costruire un’Italia che sappia promettere a se stessa prima che agli altri, che mai più nessun Popolo subirà nell’indifferenza e nell’ostilità dei suoi fratelli, quello che ha subìto il Popolo giuliano.” Entrambe le iniziative sono state organizzate dal “Comitato 10 Febbraio” in collaborazione con “Giovani In Movimento” e “Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia”, ed hanno ottenuto il patrocinio gratuito del Comune di Vasto e della Provincia di Chieti.

LE ALTRE INIZIATIVE NEL VASTESE E NON SOLO. Il calendario di manifestazioni messo a punto dal “Comitato 10 Febbraio” nel Vastese ed in generale nella provincia di Chieti è ampio. Venerdì 6 febbraio appuntamento a Casalbordino, alle ore 9:00 in Largo delle Foibe, nei pressi del Santuario della Madonna dei Miracoli: celebrazione con autorità civili, militari, religiose ed associazioni, patrocinata dal Comune di Casalbordino e dalla Provincia di Chieti. Stesso giorno, alle 11:30 però, celebrazione ufficiale in Piazza Roma a Villalfonsina, con il patrocinio del Comune di Villalfonsina e della Provincia di Chieti. Sabato 7 alle 9:00, invece, è la volta di Scerni, in Piazza De Riseis: anche qui manifestazione con le autorità, patrocinata dal Comune di Scerni e dalla Provincia di Chieti; sempre sabato 7, alle 11:30 in questo caso, identica iniziativa a Pollutri, in Piazza Giovanni Paolo I, con il patrocinio del Comune di Pollutri e della Provincia di Chieti. Modalità diversa lunedì 9 alla Sala Multimediale del Municipio di Cupello che ha patrocinato l’iniziativa assieme alla Provincia: dalle ore 9:30, convegno dell’esule Magda Rover con le scuole del paese. Poi, alle 11:00, all’Istituto Comprensivo “G. Rossetti”, scuola primaria di Vasto, in Via Bachelet, incontro con i bambini. Martedì 10, “Giorno del Ricordo”, invece, è a Chieti la manifestazione con autorità civili, militari, religiose ed associazioni: appuntamento alle 10:00 alla Villa Comunale per la posa di una corona d’alloro, con l’intervento, tra gli altri, dell’esule Icilio Degiovanni. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Chieti e dalla Provincia. Alle 12:00, sempre a Chieti, convegno all’Istituto Tecnico Statale “Galiani – de Sterlich” e successiva proiezione del documentario “Foibe, martiri dimenticati”. Penultimo appuntamento è a San Salvo. Per la verità, doppio appuntamento nella stessa città: alle ore 10:30 di giovedì 12, convegno all’Istituto d’Istruzione Superiore “R. Mattioli” con il prof. Antonio Fares, ed alle 12:00 deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti, in Piazza Roma; entrambi gli eventi sono patrocinati dal Comune di San Salvo e dalla Provincia di Chieti. Ultima iniziativa è di nuovo a Chieti, lunedì 16 alle 11:00, all’Istituto d’Istruzione Superiore “Luigi di Savoia”: saranno, come in tutte le iniziative, i ragazzi i protagonisti del dibattito. Oltre agli appuntamenti previsti a Vasto, anche gli altri sono organizzati dal “Comitato 10 Febbraio” presieduto da Marco di Michele Marisi, in collaborazione con “Giovani In Movimento” e con “Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia”. Le manifestazioni tutte, sono realizzate senza alcun contributo economico pubblico.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.