Banner Top
Banner Top

Castaldi (M5S) porta nell’Aula del Senato la vicenda del crollo a Palazzo d’Avalos

intervento Castaldi_Palazzo d'AvalosTre minuti e 10 secondi: questa la durata dell’intervento del portavoce M5S al Senato Gianluca Castaldi, sulla vicenda del crollo del muraglione di contenimento dei Giardini napoletani di Palazzo d’Avalos. Un discorso breve tenuto il ieri dinanzi a quel Pietro Grasso, presidente dell’Assise di palazzo Madama, che è stato in visita a Vasto il 9 dicembre scorso.

Il senatore vastese ha ricordato il pregio storico e culturale della celebre residenza marchesale “divenuta famosa anche per quella “Foto di Vasto” che non ha più ragione di essere” e che ospita numerosi eventi culturali anche internazionale oltre ad ospitare il museo archeologico, quello del costume e la Pinacoteca

Castaldi ha elencato la lunga serie di avvisaglie che ha preannunciato il crollo del muro di contenimento di Palazzo d’Avalos, avvenuto lo scorso 24 gennaio: già nel 1899 l’ingegner Laccetti rilevava l’eccessiva dispersione di acqua nel territorio, causa di simili crolli e cedimenti. Nel 1956, anno tristemente rimasto nella memoria dei vastesi per la frana, i tecnici del genio civile confermavano le tesi di Laccetti.

Nel 2010, alcuni privati cittadini segnalavano delle preoccupanti criticità e nel 2012 si verificava il crollo delle colonnine della ringhiera di protezione della balconata di Palazzo d’Avalos. Appena lo scorso dicembre, Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile, ha ribadito la necessità di interventi d’urgenza.

Nonostante quanto appena ricordato, niente è mai stato fatto in termini di prevenzione.

“L’unico atto concreto –ha accentato Castaldi – in tal senso porta la firma del consigliere regionale M5S Pietro Smargiassi, il quale con una risoluzione ha impegnato la Giunta del presidente Luciano D’Alfonso a stanziare un congruo contributo a favore di Palazzo d’Avalos.

Tuttavia D’Alfonso, dopo aver assicurato ai media una pronta reazione per sanare i problemi strutturali di Palazzo d’Avalos, non ha riservato a tale scopo neppure un euro” nella delibera 54 emanata lo scorso 27 gennaio.

Il tutto mentre gli uomini del Genio civile hanno iniziato a creare delle perforazioni orizzontali per favorire il deflusso delle acque e abbassare il livello delle falde.

Questo il Video dell’intervento in Senato

Intervento Castaldi Palazzo d’Avalos

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.