Banner Top
Banner Top

Stamane la cerimonia di insediamento di Giampiero Di Florio a procuratore capo di Vasto

C’erano proprio tutti stamane, nell’aula udienze del Palazzo di Giustizia di via Bachelet, ad accogliere il nuovo procuratore capo Giampiero Di Florio, che poco prima delle 12.30 ha assunto il nuovo incarico prestando giuramento dinanzi al collegio del tribunale formato dal neo-presidente Bruno Giangiacomo e dai giudici Fabrizio Pasquale e Stefania Izzi.

Al suo fianco già dal suo arrivo al tribunale vastese i nuovi colleghi Giancarlo Ciani ed Enrica Medori e tutti gli esponenti delle Forze dell’ordine.

Prima del giuramento del nuovo procuratore capo, i discorsi di saluto del primo cittadino di Vasto, Luciano Lapenna, il quale non ha perso l’occasione di ricordare come quello di Vasto sia un tribunale di confine nella lotta alle infiltrazioni malavitose senza nascondere la speranza che coi nuovi arrivi e un impegno comune si possa scongiurarne la chiusura.

Saluti di benvenuto anche dal rieletto presidente dell’Ordine forense vastese, vittorio Melone, e da quello della Camera penale, Giovanni Cerella.

Nel suo intervento Giampiero Di Florio ha ribadito l’importanza del tribunale vastese chiedendo ai colleghi determinazione e condivisione per fare di questo un vero modello. “Questo tribunale dovrebbe chiudere nel 2018, ma anche questa data può essere cambiata” – ha detto il pm, aggiungendo “Sono orgoglioso di essere qua, a reggere una Procura che ha un compito così delicato”, ma “non sarò il commissario liquidatore della Procura di Vasto”.

Giampiero Di Florio giunge dalla Procura di Pescara dove ha operato per ben 17 anni, nei quali è salito alla ribalta delle cronache soprattutto per la Sanitopoli abruzzese, che, sotto la guida di Nicola Trifuoggi, nel luglio 2013 ha portato, tra gli altri, all’arresto e alla condanna dell’ex governatore dell’Abruzzo Ottaviano Del Turco a nove anni e sei mesi e del suo antagonista Vincenzo Maria Angelini a tre anni e sei mesi.

E non solo, perché anche le indagini su Rimborsopoli del 2014, che hanno visto al centro dell’attenzione dei magistrati il penultimo Governo regionale a guida Gianni Chiodi, è stata condotta da Di Florio insieme al collega di tante battaglie Giuseppe Bellelli.

Infine, il magistrato è anche il responsabile regionale dell’Associazione Nazionale Magistrati.

  • E1
  • E2
  • E3
  • E4
  • E5
  • E6
  • E7
  • E8
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.