Banner Top
Banner Top

I Vigili: “Il Sindaco nomini un nuovo Comandante”

manifestazione-polizia municipale - testata - 2I vigili urbani di Vasto non ci stanno. E chiedono al Sindaco Luciano Lapenna di nominare a capo della Polizia Municipale un nuovo Comandante, scegliendolo “nel rispetto della legge, che prevede la scelta di un esterno solo nel caso in cui manchino professionalità all’interno del personale”.

La conferenza stampa di stamani, convocata per fare il bilancio dell’attività operativa svolta (di fatto inutile dal momento che le redazioni dei giornali proprio qualche giorno fa avevano ricevuto un comunicato sull’argomento) è servita soprattutto per parlare e discutere del rinnovo del vertice del Comando. Erano presenti i tenenti Orlandino Carusi, Antonio Di Lena, Massimo Palandrani e Luigi La Verghetta e il maresciallo Nicola Del Casale.

Tutti hanno chiesto al Sindaco di togliere la delega al dirigente Vincenzo Marcello e di nominare un nuovo Comandante. Il bilancio? Cose che già sapevamo:“Il totale delle multe irrogate nel 2014 ammonta a 804mila 348 euro e 22 centesimi. Dire che la polizia municipale non raggiunge gli obiettivi significa non dire la verità”, precisa Di Lena.

Una nostra flebile considerazione: se gli obiettivi sono multare i cittadini vuol dire che a Vasto siamo messi male. Anzi, malissimo. Con o senza un nuovo Comandante. Si, proprio così, perché crediamo che ai cittadini di Vasto l’argomento susciti poco interesse.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.