Banner Top
Banner Top

“Si vuole un capo fantoccio”

manifestazione-polizia municipale - testataDiceva Ciriaco De Mita che nei momenti di maggior caos la massima velocità consentita deve essere pari allo zero. Questo non sta accadendo al Comune di Vasto per quanto riguarda la confusione che da anni attanaglia il Comando di Polizia Municipale. Dopo le dimissioni del Comandante Orlandino Carusi, delle quali vi abbiamo ampiamente riferito nei giorni scorsi, a scendere in campo, in queste ultime ore, è la Diccap, il sindacato autonomo che raggruppa la maggior parte degli agenti di Polizia Municipale.. Lo fa riaprendo una polemica mai sopita: quella, cioè, relativa alla presenza di un dirigente estraneo al Corpo di Polizia Municipale, il dottor Enzo Marcello.
“La vera verità – fanno sapere dalla Diccap – non è la sostituzione di Carusi ma il rispetto delle regole che vietano di sovrapporre un dirigente amministrativo al comandante, il quale, per legge, deve avere piena autonomia gestionale”. Cosa succederà nei prossimi giorni è francamente difficile prevederlo anche se, con ogni probabilità, l’Amministrazione Comunale procederà con un avviso pubblico. Prima, però, bisognerà individuare un ufficiale, tra quelli in servizio, che nell’attesa svolga le funzioni di responsabile. Il quotidiano dell’Abruzzo Il Centro, a firma di Anna Bontempo, da mesi si sofferma su questo spinoso argomento e proprio stamane ha dato voce anche  ad Antonio Di Lena, della Rsu (rappresentanze sindacali unitarie). “L’Amministrazione Comunale – ha detto Di Lena – sapeva da tempo che Carusi non era disponibile a proseguire l’incarico oltre la scadenza del 31 dicembre e che, quindi, dal primo gennaio sarebbe rimasto senza responsabile della Polizia Municipale.Sui motivi della indisponibilità di Carusi sarebbe anche il caso di fermarsi a riflettere: non solo non è stato messo in condizioni di lavorare bene, ma è stato addirittura denunciato alla Magistratura per aver agito nel rispetto della legalità, oltre ad essere stato oggetto di un provvedimento disciplinare, nonostante siano note a tutti la sua dedizione al lavoro e la sua professionalità”. Adesso ci si attende un cambio di passo, con un nuovo Comandante che dovrà avere piena autonomia gestionale. Una figura autorevole e competente. “In caso contrario – tuona Antonio Di Lena – sarà sempre una figura fantoccio, cioè proprio quello che vogliono gli amministratori e che la legge vieta”.
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.