Banner Top
Banner Top
Banner Top

L’accusa di GIM: Informagiovani e Progetto Giovani, dove non c’è gara c’è l’Arci

Manifesto Arci piglia tutto“22.061,16 euro in un anno per gestire lo Sportello Informagiovani ed un laboratorio all’interno del Progetto Giovani. Il tutto, con affidamento diretto, senza gara, e, come sempre, all’Arci di Vasto”. È quanto ha dichiarato Marco di Michele Marisi, Responsabile di ‘Giovani In Movimento’, il sodalizio dei giovani del centrodestra vastese.

“Quando non ci sono gare ad evidenza pubblica, ma si procede per affidamento diretto, ecco che c’è l’Arci, la quale, da anni, beneficia di soldi pubblici per gestire servizi comunali. Con determina n° 385 del 1° ottobre 2014 – ha spiegato di Michele Marisi – il Dirigente del II settore ha affidato, per un anno, il servizio di gestione di un laboratorio del Progetto Giovani all’Arci, per 13.200 euro iva inclusa. Non contenti Arci e Comune, dopo meno di due settimane dalla prima determina, ecco che arriva la seconda determina, la n° 418 del 13 ottobre 2014, con la quale si affida, sempre per un anno, la gestione del servizio Informagiovani all’Arci, per un importo di 8.861,16 euro iva inclusa. Totale dei due incarichi, 22.061,16 euro. Alla faccia delle tante associazioni che operano quotidianamente in città e che, da quando governa il centrosinistra, sono rimaste e continuano a rimanere ai margini” ha proseguito il Responsabile di ‘Giovani In Movimento’, il quale ha ricordato come “nel 2012, a seguito dell’ennesimo affidamento dello sportello Informagiovani all’Arci, chiedemmo all’Amministrazione comunale di mettere a bando il servizio, per consentire a tutte le associazioni di partecipare, con lo scopo non solo di assicurare massima trasparenza alle procedure, ma anche di mettere in sana competizione più realtà applicando il criterio della meritocrazia e dunque migliorando lo sportello comunale. Come al solito – ha insistito Marco di Michele Marisi – il centrosinistra ha preferito ‘dare ai suoi’ piuttosto che fornire ai cittadini più efficienza. Probabilmente, con una gara pubblica, il Sindaco Lapenna e la sua Giunta avrebbero corso il rischio che l’Arci fosse rimasta tagliata fuori. Mutuando un noto spot pubblicitario – ha concluso il Responsabile di ‘Giovani In Movimento’ – mi verrebbe da dire che ‘dove non c’è gara c’è l’Arci’.”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.