Banner Top
Banner Top
Banner Top

Il Parco della Maiella riproduce la vite selvatica della Lecceta

La lecceta di Torino di Sangro
La lecceta di Torino di Sangro

Il Parco della Maiella riproduce una rara vite selvatica per tutelarla ed evitare il rischio di estinzione. Nell’ambito del progetto “Paleovite d’Abruzzo”, l’ente parco diretto da Oremo Di Nino, prosegue l’attività di salvaguardia di questa specie attraverso la riproduzione di esemplari dall’unico popolamento presente nella Lecceta. I partner, oltre all’area protetta di Torino di Sangro, sono la Cantina Frentana di Rocca San Giovanni ed un’altra riserva regionale, il Bosco di Don Venanzio. “Le linee d’azione sono due, il rafforzamento della popolazione nella Lecceta e la creazione di una nuova nel bosco di Pollutri. A breve termine – dice Oremo Di Nino – proseguirà la riproduzione da talea e la conservazione del germoplasma in concomitanza dell’avvio di uno studio sull’idoneità di altri siti localizzati nelle poche aree planiziali costiere ed interne della regione”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.