Banner Top
Banner Top
Banner Top

Rossetti senza direttore un mese dopo il concorso

Teatro RossettiL’Amministrazione Comunale è in panne. Dal Sindaco alla Giunta. Dal Dirigente di settore all’ultimo dell’impiegati. Ad oggi l’unica cosa che è stata capace di fare è quella di far scendere il sipario sulla grottesca storia del teatro Rossetti.
A distanza di un mese dal concorso dal quale, come si ricorderà, è stato escluso il maestro Raffaele Bellafronte, direttore artistico uscente, non ci sono novità di rilievo e, soprattutto, non si sa chi sarà il nuovo direttore artistico. Eppure siamo alla vigilia di una stagione teatrale che, continuando di questo passo, rischia di “bucare” clamorosamente.
Come si ricorderà l’impasse è dovuto alla storia che vede coinvolto proprio Bellafronte, escluso dalla commissione tecnica di Palazzo di Città per runa condanna penale riportata qualche tempo fa per il reato di ingiuria ai danni di un dipendente comunale.
Cosa succederà adesso? Bellafronte ha annunciato che presenterà ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale. Secondo lui il reato di ingiuria è di natura privata e non rientrerebbe tra le ipotesi contemplate dalla legge. Insomma, un grande pasticcio che finirà sui banchi prima di una conferenza stampa indetta dal consigliere comunale Davide D’Alessandro per sabato prossimo, 18 ottobre e poi, in aula, nel prossimo Consiglio Comunale.
“Sarà una iniziativa di protesta e chiarezza – ha tuonato il consigliere comunale – su una vicenda che, dopo i contorni comici, sta assumendo rilievi preoccupanti.”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.