Banner Top
Banner Top

Polizia municipale, lo scontro è anche tra sindacati

incontro vigili - testataTra le criticità emerse dall’incontro di sabato in Comune tra amministrazione comunale e Polizia municipale non è passato inosservato il rapporto cordiale, ma piuttosto testo tra il Diccap e gli altri sindacati, nello specifico Cgil e Cisl, che sono sembrati molto più “allineati” rispetto alle posizioni dell’amministrazione comunale. Una posizione “naturale”, visto che gli altri sindacati hanno firmato gli accordi relativi al settore, ma che continua a far storcere il naso ai rappresentanti del Diccap e che sabato ha portato ad alcuni momenti di tensione, con l’accusa da parte dei rappresentanti del Diccap nei confronti di Cgil e Cisl di tenere un comportamento troppo morbido, in “velato” riferimento al “colore politico” dell’amministrazione Lapenna. Decisa la risposta del rappresentante della Cisl, Gabriele Martelli: “Non abbiamo mai fatto sconti a nessuno”, ha sottolineato, elencando una serie di iniziative intraprese, anche a livello legale, contro l’amministrazione vastese. Ad ogni modo, il rappresentante della Cisl ha richiamato tutti all’unità, per il bene dei lavoratori.

Al di là delle tensioni tra gli stessi sindacati, nella giornata di sabato è stata anche registrata la conferma da parte del sindaco Lapenna della decisione di prolungare il contratto degli agenti assunti a tempo determinato anche dopo la stagione estiva, una scelta ben accolta da tutti i sindacati, anche se comunque non sono mancate discussioni a riguardo.
Infatti il sindaco Lapenna ha lodato il lavoro degli “stagionali” che farebbero molte più multe dei colleghi assunti a tempo indeterminato, una considerazione che non è affatto piaciuta ai rappresentanti del Diccap, per diversi motivi: intanto per il tenente Antonio Di Lena “è pericoloso ridurre il lavoro della Polizia municipale alle multe; il nostro lavoro comprende prevenzione e repressione, non solo repressione. L’amministrazione comunale si lamenta delle critiche a mezzo stampa, ma noi che dovremmo dire, con tutto quello che dicono di noi, anche sui social network? Se poi ci si mette pure l’amministrazione a farci passare per quelli che servono solo a ‘far cassa’ è chiaro che il rapporto con i cittadini diventa più difficile. Ma l’amministrazione comunale invece di tutelarci, alimenta il malcontento dei cittadini”.
Decisa la reazione del sindaco Lapenna: “Proprio qualche giorno fa abbiamo sporto querela a difesa dell’onorabilità del Corpo della Polizia municipale, per dei commenti apparsi su internet, non accetto che si dica che non tuteliamo i Vigili”.
Altro motivo di tensione sull’argomento, quello della “stima” degli introiti dalle multe, irrisori per il primo cittadino di Vasto, mentre per il tenente Di Lena, almeno per il 2011 e 2012, gli introiti sono stati ben superiori alle previsioni di bilancio. L’ultimo motivo di contrasto (almeno sullo specifico argomento) quello sulla diversa “produttività” degli agenti stagionali, rispetto a quelli assunti a tempo indeterminato: “Il personale a tempo determinato – ha accusato il tenente Di Lena – non viene formato, se non per fare le multe per divieto di sosta, quindi è normale che ne facciano di più”.
Ad ogni modo, il sindaco Lapenna ha rivendicato l’attenzione dell’amministrazione comunale nei confronti del Corpo della Polizia municipale: “Vedremo se, nel rispetto delle vigenti disposizioni, riusciremo ad assumere a tempo indeterminato altri tre agenti, dopo gli 11 già assunti negli anni scorsi, ma intanto finché la legge ce lo consente, prolunghiamo almeno il contratto agli stagionali”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.