Banner Top
Banner Top

Primo soccorso pediatrico: poche manovre possono salvare la vita di un bambino

PRIMO SOCCORSO PEDIATRICOIn Italia ancora oggi troppi bambini perdono la vita in attesa di soccorso medico perché chi si prende cura di loro non sa cosa fare in situazioni di emergenza. Conoscere alcune manovre salvavita può aiutare nella gestione di situazioni di emergenza sanitaria e per rispondere a questa necessità la Comma Srl, in collaborazione con la Protezione Civile Valtrigno, ha messo a punto  un incontro formativo sul primo soccorso pediatrico organizzato con il chiaro intento di insegnare a chi si prende cura dei bambini le manovre di primo intervento per non rimanere immobili o peggio ancora sopraffatti dall’ansia in caso di pericolo di vita.

Il corso sarà tenuto da personale esperto e qualificato e alla sua conclusione  verrà rilasciato un attestato di frequenza.

L’appuntamento è fissato per sabato 20 settembre nella Sala Michelangelo di Palazzo d’Avalos dalle ore 08.30 per chi deve iscriversi ed effettuare il pagamento, ore 09.00 per l’inizio del corso. La quota di iscrizione è di € 20,00 a persona iva inclusa.

Gli argomenti trattati saranno: manovre di disostruzione pediatrica, azioni in caso di avvelenamento e primo soccorso BLS (Basic Life Support) quindi rianimazione cardiopolmonare e azioni di supporto di base alle funzioni vitali.

E’ consigliabile effettuare l’iscrizione entro giovedì 18 settembre. Per iscriversi www.commaeventi.com, 0873/762001, info@commasrl.com.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.