Banner Top
Banner Top

In migliaia ieri per la finale del “Prodotto topico”

prodotto topicoGrande partecipazione ieri sera per la finale della prima edizione del “Prodotto topico”, la manifestazione enogastronomica organizzata da Orazio Di Stefano. Molti anche gli amministratori dei 33 comuni che hanno partecipato all’evento conclusosi ieri sera nel centro storico di Vasto, con le specialità del territorio: la scelta era tra tre formaggi (di Agnone), due porchette (di Fresa e Lentella), due ventricine (di Carpineto e Guilmi), due cif e ciaf (di San Buono e Lentella), due pallotte cacio e ova (di Liscia e Gissi), due baccalà (di Mafalda e Montenero), la salvanella (di San Salvo), gli arrosticini di Casalanguida, la pecora di Tavenna, la capra di Montefalcone, l’agnello (di Palmoli), i ravoli alla ventricina (di Scerni), la pasta al cinghiale (di Castelmauro), la polenta (di Dogliola), pasta, fagioli e cozze (di Petacciato), la mugnaia (di Roccavivara), le lasagne al carciofo (di Cupello), i ravioli dolci (di Vasto), le sagne a lu cutteur (di Castiglione), i dolci tipici (di Furci, Casalanguida e Furci), li cippillit (di Trivento), i piatti croato-molisani (di San Felice, Acquaviva e Montemitro).
Una manifestazione ben riuscita, quindi, anche se non sono mancate criticità logistiche e di servizi. Alle 22,30, infatti, il centro storico era già a corto d’acqua, con tutti i disagi del caso. Senza contare che – nonostante l’imponente flusso di visitatori – non è stata prevista la presenza di bagni chimici. Imperfezioni non da poco, di cui si dovrà tener presente per le prossime edizioni.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.