Banner Top
Banner Top

Attesa per i risultati dell’esame del dna sul cadavere di via Salce

luogo-ritrovamento-cadavere - 1È iniziato in tarda mattinata, a Chieti, l’esame autoptico sul cadavere ritrovato intorno alle 14 di ieri sotto un ponte dell’autostrada A14, all’altezza di via Salce, sulla provinciale che collega Vasto a San Salvo. Dopo un’intera giornata di rilievi sul posto, nella serata di ieri il corpo è stato trasportato presso il capoluogo di Provincia sia per l’autopsia, che dovrà stabilire la causa del decesso, che per l’esame del dna. Infatti stamane a Chieti, presso l’ospedale clinicizzato, sono arrivati anche i genitori di Eleonora Gizzi, la giovane donna scomparsa da Vasto alla fine del mese di marzo. Il padre, Italo Gizzi, già da ieri si era recato sul posto del ritrovamento, in quanto molto vicino al luogo dell’ultimo avvistamento della ragazza. Ma non sarebbe l’unico indizio a far pensare alla giovane educatrice, sebbene l’avanzato stato di decomposizione non abbia permesso un riconoscimento certo.
Attesa, quindi, per i risultati delle analisi che verranno comparati con i prelievi di dna eseguiti sui genitori.
Intanto dall’agenzia Ansa arriva la testimonianza della neurologa in servizio presso l’ospedale di Vasto, Mafalda Cipulli, che conosceva Eleonora Gizzi e aveva consigliato agli investigatori: “Cercate un ponte, cercate il mare”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.