Banner Top
Banner Top

In Consiglio comunale si parlerà anche di crisi occupazionale a Punta Penna

zona ind punta pennaÈ una proposta di Ordine del giorno che è stato protocollato questa mattina da Maurizio Vicoli e Mauro Del Piano ad investire il Consiglio comunale di domani anche del problema occupazionale che sta interessando l’area industriale di Punta Penna, un Odg sul quale si cercherà la convergenza verso una unanimità di espressione favorevole. Già nelle premesse si parla degli oltre 100 posti di lavoro in bilico tra Sider Vasto, Vasto Legno e Vastarredo, soprattutto alla luce della posizione assunta dalla Regione Abruzzo che ha escluso Vasto dalle aree sulle quali convogliare aiuti finanziari. Ecco il testo dell’Odg che verrà sottoposto all’attenzione del Consiglio comunale.

Premesso

  • che Vasto ha la sua zona industriale ed artigianale, con area portuale e con diverse aziende insediate nella realtà produttiva, al centro di altre due zone industriali: la piana S. Angelo in San Salvo e la realtà industriale di Val Sinello di Gissi – Monteodorisio;
  • che l’area industriale di Vasto risente della grave crisi che ha colpito il nostro territorio con molte aziende in difficoltà, tra queste: la Sider Vasto con 50 dipendenti in Cassa Integrazione in Deroga fino al 31.08.2014; la Vasto Legno che ha aperto sia la mobilità volontaria che i contratti di solidarietà, questa azienda nel 2007 annoverava 40 dipendenti, oggi, invece, ne conta 25 (-40%); il Gruppo Vastarredo che ha attivato sia la mobilità volontaria che la Cassa Integrazione Guadagno Ordinaria (CIGO) con una riduzione del proprio organico del 15% nel periodo 2007-2014;
  • che la Regione Abruzzo, con delibera di Giunta n. 468 del 08.07.2014, provvedeva nelle

“ Candidature delle aree territoriali per aiuti a finalità regionale ai sensi dell’art. 107.3c del TUE per il periodo 2014/2020” escludendo Vasto nella sua realtà industriale, seppur in grave crisi;

  • che tale esclusione è del tutto ingiustificata per le ragioni sopra esposte e, pertanto, il Consiglio Comunale di Vasto, nel rivolgere istanza al Presidente della Giunta Regionale d’Abruzzo, ed alla Giunta stessa, affinché la zona industriale di Vasto trovi riconoscimento, ai sensi dell’art. 107.3c del TUE, per gli aiuti a finalità regionale nel periodo 2014/2020, per avere i requisiti per essere inserita tra le realtà in grave crisi.

Chiede

Alla Giunta regionale e quindi al Presidente della stessa, Dott. Luciano D’Alfonso, di riesaminare la delibera della Giunta regionale n. 468 del’08.07.2014, inserendo nell’allegato 2 e nella cartografia anche la realtà di Vasto tra quelle in sofferenza.

Dispone

Che il presente atto venga trasmesso, a cura del Segretario Comunale, al Presidente della Giunta Regionale; al Vice Presidente ed assessore delegato a seguire le aree in crisi, On.le Giovanni Lolli; al Sottosegretario alla Presidenza, Dott. Camillo D’Alessandro ed ai Consiglieri  Regionali della Provincia di Chieti, Dott. Mario Olivieri, Arch. Pietro Smargiassi, al Dott. Mauro Febbo, Dott. Alessio Monaco, Dott. Lucrezio Paolini e la Dott.ssa Sara Marcozzi.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.