Banner Top
Banner Top

Arancini ai frutti di mare

Arancini Bisogna sempre conoscere i prodotti che mangiamo o che prepariamo, quindi andiamo per gradi. L’arancino una specialità della cucina Siciliana, Come tale, è stata ufficialmente riconosciuta e inserita nella lista dei Prodotti agroalimentari tradizionali (P.A.T)  Si tratta di una palla o di un cono di riso impanato e fritto, del diametro di 8-10 cm, farcito generalmente con ragu, mozzarella e piselli o prosciutto cotto e mozzarella. Il nome deriva dalla forma originale e dal colore dorato tipico, che ricordano un’arancia.

Ingredienti: cozze, gamberi, vongole, aglio, riso, vino bianco, olio, prezzemolo, uova, farina, pan grattato.

In una padella antiaderente, mettere le cozze e le vongole precedentemente lavate bene sotto acqua corrente, aggiungere i gamberi, l’aglio, l’olio e un po’ di vino bianco, far cuocere a fuoco lento. In un altra padella sbollentare il riso che servirà più tardi. Quando tutti i frutti di mare si saranno aperti e i gamberi saranno ben scottati spegnere il fuoco, sgusciarli, aggiungere il riso e far risaltare per un minuto nella stessa salsa.  Spegnere il fuoco e procedere alla preparazione degli arancini: prendi un pò di riso e lavorarlo con le mani per ottenere una forma conca, mettere un po’ di frutti di mare  e i gamberi precedentemente sgusciati e ricoprire con altro riso, creando cosi “Un arancino”. Utilizzato tutto il riso e il condimento a disposizione, passare gli arancini prima nella farina poi nelle uova ed infine nel pangrattato. Friggerle in abbondante olio bollente, scolarle e servirli ben caldi.

Manuel D’Alessandro

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.