Banner Top
Banner Top

Lapenna soddisfatto per la nomina di De Dominicis, ma l’Abruzzo è sempre più Pescaracentrico

Giuseppe De Dominicis
Giuseppe De Dominicis

La nomina di Giuseppe De Dominicis a commissario del Parco della Costa dei Trabocchi (a proposito che fine ha fatto la denominazione di Parco della Costa teatina usata fino all’ultimo incontro con Legambiente? ndr) trova la piena approvazione del Sindaco di Vasto, Luciano Lapenna.

“L’augurio è che il commissario possa portare avanti, con celerità, il lavoro di perimetrazione e tutti gli atti conseguenti affinché il Parco Nazionale della Costa dei Trabocchi diventi una realtà nel giro di pochi mesi – sottolinea il Sindaco Lapenna – Sono diversi anni che lavoro a questo importante progetto, dapprima come Consigliere regionale e adesso come Sindaco, l’iter è stato complesso, molte le riunioni e gli incontri che si sono succeduti, ma l’arrivo del commissario lascia ben sperare per una piena attuazione del lavoro svolto da tutti i Sindaci del territorio, dalla Regione Abruzzo e dal Ministero dell’Ambiente nel corso di questi anni. La nostra Città – continua Lapenna – guarda con notevole interesse all’istituzione del Parco, infatti, così come per la Riserva naturale di Punta Aderci, che ha permesso un notevole sviluppo del comparto turistico cittadino e della quale sono stato promotore in qualità di Consigliere regionale, anche il Parco della Costa teatina permetterà ricadute importanti in termini economici, turistici e di benessere collettivo a tutti gli abitanti del territorio – conclude Lapenna”.

La nomina dell’architetto pescarese, politico di lunga data, non può però non lasciare perplessi: dopo che per anni il Governo Chiodi è stato accusato di essere Teramocentrico ci ritroviamo con una Regione Abruzzo che ha ben tre assessori pescaresi ed ora anche il commissariato del Parco ed altri incarichi di cui già si sente parlare. Forse ci troviamo di fronte ad un passaggio classico dalla padella alla brace con il rischio di ritrovarci in una regione Pescaracentrica che penalizzerà ulteriormente l’area frentano-vastese.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.