Banner Top
Banner Top

Bandiera Blu a San Salvo Marina, sabato scorso la cerimonia di consegna

bandiera blu-san salvo-2“Vi auguro di proseguire nel percorso sinora compiuto e che sia sempre migliorativo, di ciò ne sono convinto, e mi auguro di essere qui il prossimo anno per festeggiare con voi i 18 anni della Bandiera Blu”. Lo ha affermato sabato scorso il presidente della Fee Italia, Claudio Mazza, intervenuto a San Salvo presso il Biotopo Costiero Osservatorio del Mare per la presentazione della Bandiera Blu che San Salvo ha ottenuto per il diciassettesimo anno.
A ricevere il presidente nazionale il sindaco, Tiziana Magnacca, che nel suo indirizzo di saluto ha evidenziato come la cerimonia è stata ospitata nel luogo che la città ha scelto come simbolo della tutela del paesaggio naturalistico. “La Bandiera Blu – ha detto – è il frutto di un lavoro di tutti, pubblico e privato, perché questo vessillo viene assegnato solo alle eccellenze e rappresenta un forte richiamo attrattivo turistico per le località che se ne possono fregiare”.
Il presidente Mazza ha accolto con vero piacere l’invito del sindaco di San Salvo in una regione che quest’anno è stata penalizzata dall’assegnazione della Bandiera Blu. Gli schemi sono diventati più rigidi e non sono consentite vie di mezzo. In sostanza è una commissione blindata che con procedure certificate a stabilire quali località riconoscere e quali escludere. Riconoscimento internazionale istituito nel 1987 e per il quale si chiede alle Amministrazioni comunali di creare le condizioni di armonia con tutti i soggetti che concorrono al turismo. “Il turismo – ha spiegato Mazza – oggi deve essere sostenibile altrimenti nel tempo non è praticabile. Per questo il percorso per l’assegnazione della Bandiera Blu deve essere certificato con una crescita culturale della Pubblica amministrazione ed è questa la mission della Fee per la difesa dell’ambiente”. Mazza ha commentato che non è in grado di valutare l’impatto economico sui comuni “ma sicuramente incide”. Il presidente nazionale della Fee ha plaudito il Comune di San Salvo per il lavoro svolto in questi anni per la tutela dell’ambiente.
Per la Fee Abruzzo era presente il presidente regionale Paolo Leonzio, ma a prendere la parola è stata Anna Pace che ha evidenziato come la Fee svolga buone pratiche ambientali attraverso una serie di azioni che vanno dall’informazione alla formazione per valorizzare l’ecosostenibilità. “La Bandiera Blu – ha spiegato – è un simbolo di qualità e pregio del mare e viene consegnata solo a quei comuni che si distinguono attraverso il lavoro svolto dall’Amministrazione comunale e il senso civico dei cittadini”. Per l’associazione Ambiente Sport e Cultura, che si occupa dei prelievi delle acque marine e fluviali, è intervenuto Dante Martignetti che ha riferito come i controlli del territorio avvengano attraverso l’utilizzo di volontari i cui risultati vengono inviati con regolarità all’autorità giudiziaria e agli uffici preposti.
Sono intervenuti il capitano di fregata Erminio Di Nardo, vice comandante del Compartimento Marittimo di Ortona, il tenente di vascello Giuliano D’Urso, comandante della Guardia Costiera di Vasto, e Angiolino Chiacchia, assessore comunale all’Ambiente.
Al termine della cerimonia di presentazione della Bandiera Blu il presidente Mazza ha visitato il Giardino Botanico Mediterraneo con le spiegazioni curate da Alessio Massari e Tiziana Dicembre di itinerari d’Abruzzo.

  • bandiera blu-san salvo-2
  • bandiera blu-san salvo-3
  • bandiera blu-san salvo-4
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.