Banner Top
Banner Top

Con le mareggiate di ieri è crollato il trabocco Turchino

trabocco turchino
(foto Roberto Nardone)

Doveva ospitare un Parco letterario dedicato a Gabriele D’Annunzio che, affascinato dal luogo, aveva citato il trabocco Turchino nel suo “Trionfo della Morte”, ma il progetto di restauro presentato appena una settimana fa dovrà subire profonde modifiche, ammesso che l’operazione abbia ancora senso. Il trabocco Turchino, infatti, non c’è più, crollato sotto i colpi del maltempo e delle condizioni precarie in cui si trovava già da troppo tempo.
Finalmente il progetto di recupero di quello che era l’unico trabocco pubblico aveva trovato la via della concretizzazione, grazie ad un finanziamento regionale di circa 40 mila euro e con la collaborazione economica di sponsor privati per altri 70 mila euro, che avevano messo l’amministrazione comunale nella possibilità di programmare un intervento strutturale che ne avrebbe consentito “il rifacimento pressoché integrale”.
A questo punto, però, quel “pressoché” può essere anche eliminato, visto che il trabocco è crollato e se si vorrà ancora dar seguito al progetto di Parco letterario Dannunziano si dovrà per forza ricostruirlo da capo. Sapere che però niente rimane di ciò che fece innamorare Gabriele D’Annunzio, lascia l’amaro in bocca, qualunque sarà il seguito che il progetto potrà avere a questo punto.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.